10 cose da portare se andate in vacanza in campeggio


vacanza in campeggio

A volte quando si va in vacanza in campeggio è necessario avere un bagaglio molto essenziale ed è forse questo lo spirito giusto per compiere un viaggio del genere, andando alla ricerca dell’essenziale e lasciando a casa tutto ciò che è superfluo assieme ai pensieri fastidiosi e alle preoccupazioni. Per non rischiare, in questo piglio minimalista, di lasciare a casa qualcosa di essenziale compromettendo la riuscita della vacanza, meglio avere sempre presente la lista delle 10 cose da portare se andate in vacanza in campeggio. È un’ottima scelta per quel che mi riguarda. Che si tratti di un paio di giorni oppure di settimane, i viaggi in tenda sono l’occasione per staccare del tutto la spina e molto spesso immergersi nella natura, che sia montagna, lago, mare o deserto. Ci regalano una diversa dimensione del tempo e dello spazio, spesso da condividere con altri come non mai, e ci regala l’occasione per sentire la natura addosso: i tramonti sono più intensi, l’alba è più frizzante, la notte più avvolgente.



10 cose da portare se andate in vacanza in campeggio

Pur essendo tutti molto importanti queste cose da portare se andate in vacanza in campeggio, si deve dare priorità ad alcune senza le quali non avrebbe alcun senso partire. Poi via via andremo a capire quali sono alcuni accessori molto importanti da avere con sé.

Sacco a Pelo. Per dormire non ci sono molte alternative ma possiamo scegliere tra tantissimi modelli. Non esiste solo quello a mummia, seppur comodissimo, ma che ad alcuni fa un effetto claustrofobico. A seconda del tipo di vacanza e della destinazione possiamo valutare diverse forme e materiali. Molto importante però è azzeccare le temperature corrette. Se si desidera si può anche associare al sacco a pelo un materassino gonfiabile per non correre il rischio di mal di schiena immobilizzanti.

Tenda da viaggio, senza la quale è difficile sostenere di essere andati in vacanza in campeggio. Anche qui come per il sacco a pelo, e forse ancora di più, c’è una vastissima scelta. Dimensioni, modelli, materiali. Se non siamo particolarmente esperti meglio evitare di trascorrere i nostri giorni liberi ad imprecare contro teli, corde e picchetti che non stanno al proprio posto, comprando una tenda da campeggio automatica, per 2-3 persone. È in poliestere, impermeabile e veloce sia da installare che da togliere, anche una volta al giorno. Questa soluzione è ottima infatti anche per chi anche esperto deve però cambiare posto ogni giorno per realizzare una vacanza vagabonda come ha sempre sognato.

Zaino da viaggio, meglio da escursionismo in modo che sia pratico e spazioso, ottimizzato per questo tipo di avventure nella natura. Le tante tasche aiutano anche ad organizzarci meglio e i materiali sono resistenti alla pioggia e alla polvere, anche se spesso si raccomanda un coprizaino. On line si possono trovare ottime occasioni con zaini di buona qualità a ottimi prezzi. Controllate anche il peso, sia perché lo avrete sulla schiena, sia per eventuali viaggi in aereo.

Corde. Arriviamo agli accessori importantissimi che chi non è mai andato in tenda non ha ancora bene in mente. Per viaggiare con alcampeggio.it portatevi tutta questa lista di oggetti per poter godere al massimo questa sosta. Proprio le corde che sembrano un elemento banale, sono importantissime. Sempre meglio averle dietro prima di tutto per fissare la tenda, ma anche per asciugare i vestiti o per fissare bagagli accessori o altro. Quando le acquisterete scoprirete che ne esistono di diverse dimensioni e modelli.

Kit pronto soccorso. È superfluo spiegare perché è assolutamente indispensabile. Ce ne sono di efficienti a prezzi bassi, acquistatene di certificati, assicurandovi che abbiamo tutto il necessario in caso di lesioni, tagli, scottature, distorsioni e punture.

Torcia Elettrica. In qualsiasi stagione è molto utile perché non dobbiamo scordarci che se ci immergiamo nella natura, dopo una certa ora il buio ci avvolgerà senza alcuna deroga. E allora anche se non desideriamo magari fare le ore piccole è importante essere muniti di una torcia centrale che faccia da riferimento per tutti i campeggianti. Non scordiamoci che il buio lontano dalla città è un buio vero. Se la torcia la dobbiamo acquistare ex novo, approfittiamone per sceglierne una con diverse luminosità in modo da non abbagliare nessuno quando non è necessario.

Torcia portatile. Esatto, ce ne vuole una piccolina, meglio se da attaccare in fronte‍, per essere certi di poterci spostare autonomamente nella notte, per andare ad esempio in bagno oppure altrove. Anche per sistemare delle cose in una tenda condivisa con questo tipo di torcia si evita di dare fastidio ai compagni di viaggio. C’è chi usa la torcia del cellulare, è un possibile ripiego ma in tal modo non abbiamo le mani libere ed in campeggio è meglio averle.

Borsa per doccia solare. Alcuni si chiederanno di cosa si tratta se è una delle prime volte che partono per una vacanza in campeggio. È una borsa speciale per permetterci di fare la doccia anche se non siamo in hotel. Ne esistono di realizzate in materiali ecologici, da 20 litri, con soffione doccia con flusso d’acqua regolabile. Se non siamo stabili in un campeggio attrezzato, è una bella comodità.

Telo di copertura per la tenda, utile sia se piove a dirotto sia se in cielo splende un sole cocente. È una spesa modesta e almeno per scaramanzia conviene farla per farsi trovare pronti a tutto.

Posate, piatti e contenitori, chiaramente non monouso e possibilmente non in plastica ma in materiali alternativi altrettanto resistenti. Ci sono fantastici kit da cucina anche in metallo o alluminio, o in materiali bio, molto utili. Assieme alle posate possiamo procurarci apriscatole e apribottiglie e la pellicola

Fornellino a gas. Se abbiamo in mente di fare una vacanza in vero campeggio e non solo dormendo in tenda ma poi andando al ristorante, il fornellino è fondamentale. Stiamo molto attenti alla sicurezza e al peso, non esageriamo con le dimensioni, uno o due bruciatori bastano perché non dobbiamo preparare un banchetto di nozze.

Amaca da campeggio. Se vacanza deve essere, vacanza sia e l’amaca è quel che ci vuole per abbandonarci allo spirito del campeggiante. Potrete poi montarla anche in giardino quando al ritorno avrete nostalgia. Se ne trovano di più stanziali o di pieghevoli, agilissime. Non scordatevi di prendere anche un libro!

Per quanto riguarda il luogo in cui andare in campeggio vi consigliamo di scegliere una delle tante località del nostro paese che è ricco di luoghi incantevoli ideali per campeggiare. Evitando di andare all’estero potrete risparmiare ed evitare imprevisti legati a lingua, valuta e altre situazioni a cui potreste non essere abituati.

Per individuare alcune località interessanti vi consiglio di leggere la sezione Turismo in Italia di Wikipedia.

Pubblicato da Matteo Di Felice il 13 Novembre 2019