Castello di Gradara: dove si trova e orari


Castello di Gradara

Il Castello di Gradara si trova a Gradara, come intuibile, ed è il monumento che rende celebre questo borgo dalla storia davvero molto interessante. Andiamo a scoprire dove si trova, come raggiungerlo e soprattutto cosa aspettarci da questo paesino reso celebre dalla storia di un amore triste, quello di Paolo e Francesca.



Il borgo di Gradara

Siamo in provincia di Pesaro e Urbino, nelle Marche, in una posizione che ha reso Gradara fin dai tempi antichi un crocevia di traffici e genti. Già nel periodo medioevale la sua fortezza, che poi andremo a visitare, è stata uno dei principali teatri degli scontri tra le milizie fedeli al Papato e le turbolente signorie marchigiane e romagnole.
Gradara si trova a pochi chilometri dalla Riviera Romagnola ed è una meta davvero incantevole. Il turismo ruota tutto attorno al castello ma il paese fa di tutto per valorizzarlo e per valorizzarsi dando vita a numerosi eventi dedicati agli appassionati di Medioevo ma anche ai bambini, per esempio, o a quei turisti magari non preparatissimi su Dante ma che hanno voglia di conoscere la storia di Gradara.

Le strade di Gradara sono una perfetta scenografia per manifestazioni come “L’Assedio al Castello“, “Gradara d’Amare”, il “Castello di Natale” ma anche per molte sagre, mostre e altri eventi. Non scordiamoci che da queste parti si mangia anche bene e l’atmosfera è accogliente, quindi non faticherete a trovare degli ottimi ristoranti e hotel, ma anche mini appartamenti in affitto dove trascorrere un paio di giorni in un’atmosfera davvero d’altri tempi.

Il paese di Gradara, con le sue 5 migliaia di abitanti, è stata proclamata “Borgo dei borghi 2018” e si innesta in una zona molto verde, è abbracciata quindi da un piacevole paesaggio morbido, tipicamente collinare, rilassante. Oltre alla storica Rocca malatestiana, non c’è nulla di preciso da vedere ma è molto interessante passeggiare godendosi la bella atmosfera, le strade, la dimensione del borgo e il modo di fare dei suoi abitanti.

Il borgo di Gradara

Il Castello di Gradara

Come abbiamo detto il turismo a Gradara è strettamente legato alla presenza di questo castello che nei secoli passati è stato soggetto al dominio delle famiglie Malatesta, Sforza, Della Rovere e dei Mosca. A renderlo così noto è stata la leggenda di Paolo e Francesca, ovvero sembrerebbe che in questa fortificazione abbiano trovato la morte Paolo Malatesta e Francesca da Polenta, uccisi per gelosia dal fratello di Paolo, Gianciotto Malatesta.

Castello di Gradara: dove si trova

Questo castello è un complesso di modeste dimensioni ma domina, perché sorge sulla sommità di una collina situata nel territorio del comune di Gradara che è costituito dallo stesso castello-fortezza medievale e dall’adiacente borgo storico che è stato protetto anno dopo anni da delle mura che si estendono per quasi 800 metri. Il complesso è piuttosto imponente, vero, anche perché sorge in mezzo ad un territorio non troppo edificato, per ora, fortunatamente.

La leggenda che rende famosa la rocca è stata cantata da Dante nella Divina Commedia. E’ proprio pe via della fama del Poeta che il castello è sempre molto visitato. E’ proprietà dello Stato Italiano e dal dicembre 2014 fa parte dei beni gestiti dal Polo museale delle Marche, con il tempo, anche grazie alla promozione fatta, è diventato uno dei monumenti più visitati della regione. Per visitarlo suggerisco le ore serali per poi godere della vista anche in quelle notturne, davvero suggestiva.

Castello di Gradara: dove si trova

Castello di Gradara Paolo e Francesca

Vediamo cosa racconta la leggenda di Paolo e Francesca e non me ne voglia Dante se la riassumo in poche righe, invito tutti ad andare a leggere la sua originale narrazione che ovviamente non ha eguali.

Si tratta di una storia d’amore tragica e straziante. Siamo intorno all’anno 1275 e Guido da Polenta, signore di Ravenna, ha dato in sposa la figlia Francesca al suo fedele alleato Giovanni Malatesta, signore di Rimini, chiamato Gianciotto perché “ciotto”, sciancato, valoroso uomo d’arme ma brutto nella persona”. Quando Gianciotto si doveva presentare a Francesca ha pensato bene di mandare al proprio posto il fratello Paolo, cavaliere nobile, di bella presenza e cortese, ma già sposato con Beatrice Orabile di Ghiaggiuolo, con la quale aveva due figli. Disgrazia vuole che fra i due, fra Paolo e Francesca, sia scattato l’amore, un amore destinato ad avere un finale tragico. Infatti è capitato che Gianciotto, messo in allarme da un servitore, ha colto i due amanti in flagrante tradimento e li ha uccisi malamente, proprio nel castello di Gradara.

Gradara e Dintorni

Non contento della celebrità acquistata nell’opera di Dante il castello di Gradara ha continuato ad essere protagonista anche in altre occasioni, facendo da sfondo o da location in numerose opere cinematografiche. Si parte dal 1937 quando ha ospitato le riprese del film Condottieri di Luis Trenker, ispirato alla figura del soldato di ventura Giovanni dalle Bande Nere.

Si arriva ai più recenti anni ottanta quando vi sono stato ambientati due film del filone vacanziero: Stesso mare stessa spiaggia (1983) di Angelo Pannacciò e Yesterday – Vacanze al mare (1985) di Claudio Risi. Da ricordare anche l’anno 1961 quando il Castello di Gradara e tutto il borgo ha fatto da sfondo alla storia d’amore tra il rivoluzionario Pietro Missirilli e la protagonista del film Vanina Vanini, di Roberto Rossellini.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 5 novembre 2018