Cosa vedere a Strasburgo


Strasburgo, situata a metà strada tra Parigi e Praga, è stata definita la capitale dell’Europa: non a caso qui risiede il Palazzo del Parlamento Europeo. Altra nota interessante della città è l’inserimento nel 1988, all’interno della lista dei beni patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Per ammirare la città vi è un modo molto originale che consiste nel girare la città in battello lungo i canali che tagliano la città vecchia: in questo modo potrete vedere tutti i punti più interessanti della città, dalla Cattedrale ai ponti coperti, senza dimenticare il vecchio quartiere (chiamato Petit France) con i suoi bei mulini e i moltissimi ponti. Altro punto di interesse turistico è il vecchio porto, il porto fluviale più importante della Francia. Insomma sono tantissimi i luoghi di interesse storico, artistico e architettonico che è possibile ammirare in questa grande città, a tal proposito ecco cosa vedere a Strasburgo.

Cosa vedere a Strasburgo, le attrazioni

  • La cattedrale di Strasburgo, chiamata Cathèdrale Notre-Dame, è il simbolo della città. Si tratta di un’opera d’architettura dal valore inestimabile; da questa costruzione fatta di pietra è possibile godere di una delle viste migliori della città: da non perdere il rosone e le bellissime vetrate, con i loro giochi di luce.
  • Musée de l’Oeuvre de Notre-Dame è il museo che conserva ed espone alcune sculture dell’edificio e alcune opere di grande bellezza, come un’intera collezione di arte medioevale e rinascimentale alsaziana.
  • Palais Rohan è tra i palazzi più belli e significativi della città; è oggi dimora di tre differenti musei che conservano alcune tra le più interessanti collezioni. C’è, innanzitutto, il museo delle belle arti che vanta opere di artisti del calibro di Giotto Botticelli, Raffaello, Veronese, Canaletto, Tiepolo, El Greco, Goya, Rubens e Van Dyck.
  • Se siete appassionati d’arte, qui c’è l’imbarazzo della scelta: il Musée d’Art Moderne con le opere di Klimt, Braque e Rodin; il Musée Historique, ovvero il museo storico e il museo “culinario” intitolato “I segreti del cioccolato”.
  • Per chi ama la natura è doveroso menzionare alcune attrazioni quali il Giardino della due rive, l’orto botanico, senza dimenticare l’antica roccaforte chiamata Parc de la Citadelle, il romantico Parco dell’Orangerie e il contemporaneo Parco di Pourtalès.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 febbraio 2014