Bagaglio a mano, le norme per chi viaggia in aereo


Il bagaglio a mano per chi viaggia in aereo si rivela una cosa molto utile: non c’è rischio di smarrimento, nessuna attesa per la riconsegna, nessun rischio di danneggiamento. È gratuito ma solo entro certi limiti  che variano per ciascuna compagnia. Quali sono le nuove disposizioni che regolano le normative sul bagaglio a mano per chi viaggia in aereo? Ultimamente le regole sono molto cambiate, ci sono maggiori restrizioni. Per evitare problemi al momento dell’imbarco con il bagaglio a mano, ecco cosa devi evitare e cosa puoi portare.

Bagaglio a mano, misure e peso
Le misure e il peso consentito del bagaglio a mano variano in base alla compagnia di volo: è bene informarsi preventivamente per evitare  contrattempi all’ultimo momento. In linea di massima la somma delle sue dimensioni, larghezza, lunghezza e spessore, non deve superare i 115 cm.
Per alcune compagnie il peso consentito è generalmente di 8 chili: il bagaglio non deve superare le dimensioni massime di 55 cm x 40 cm x 20 cm, ossia quelle dimensioni necessarie per sistemarlo sotto il sedile o nello scomparto superiore.
Per Ryanair, il peso da poter portare a bordo è di 5 chili: uno degli svantaggi di viaggiare low cost

Bagaglio a mano, prodotti vietati all’imbarco
I prodotti vietati nel bagaglio a mano sono quelli pericolosi come: esplosivi, armi e munizioni, coltelli, materiali infiammabili, sostanze velenose, infettive o radioattive, fiammiferi, forbici, pinzette e rasoi
Tra i prodotti non pericolosi sono vietati:  lacca, profumo spray, ricarica per accendino e le calamite
Sono vietati tutti i tipi di liquidi, tranne quelli nei contenitori da100 ml messi in una busta trasparente ermeticamente chiusa da mostrare al momento del controllo.
I medicinali sono ammessi dietro prescrizione medica.

Bagaglio a mano, prodotti consentiti
Nel bagaglio a mano  puoi mettere vestiti, scarpe, macchina fotografica, un cellulare ed eventuali accessori, un PC portatile, libri, pettini

Indicazioni utili: evitare bibite e bottiglie di acqua, generalmente vengono scartati in altri casi fatti assaggiare dal passeggero.  Stessa procedura per il latte in biberon che se richiesto dal personale addetto alla sicurezza deve essere sorseggiato dai genitori.

 

 

 

 

Pubblicato da Anna De Simone il 9 aprile 2013