Come affittare un appartamento per vacanze


Affittare un appartamento per vacanze non è difficile, basta essere a conoscenza sulle normative che regolano la gestione delle case vacanze. Prima di intraprendere questa piccola attività imprenditoriale bisogna porsi una domanda: c’è una reale richiesta di persone che vorrebbero il mio appartamento per vacanza? Se la risposta è si, ecco una breve guida che spiega l’attuale Normativa sulle Case Vacanze.


Come affittare un appartamento per vacanze. La procedura
Prima di affittare l’appartamento assicurarsi che sia bene arredata e che disponga di servizi igienici efficienti. Per affittare un appartamento per vacanze non è necessaria alcuna specifica autorizzazione o comunicazione: si stipula un contratto fra le parti che, se non supera i 30 giorni, non ha alcun obbligo di registrazione.

Bisogna registrare il cliente su una specifica scheda acquistabile presso i negozi specializzati cancelleria per poi essere consegnata entro 48 ore al più vicino Comando di Polizia per denunciarne la presenza.

Come affittare un appartamento per vacanze. Aspetto fiscale
Dopo la riscossione del fitto che avviene anticipatamente bisognerà emettere una semplice ricevuta sulla quale dovrà essere apposta una marca da bollo di euro 1,29 qualora l’importo percepito superi i 77,49 euro.

I redditi conseguiti, dovranno essere dichiarati nel Modello Unico come Redditi Occasionali se relativi a contratti di locazione inferiori ai 30 giorni. Nel caso in cui il contratto d’affitto superiori i 30 giorni, vi è l’obbligo di registrazione con pagamento delle relative imposte. È consigliabile comunque approfondire gli aspetti fiscali e legali con il tuo Commercialista.

Come affittare un appartamento per vacanze. A chi affidarsi
Il modo più semplice per affittare un appartamento è affidarsi alle agenzie immobiliari. Ma esistono altre soluzioni altrettanto valide come gli annunci economici: si tratta di annunci su siti internet o giornali che trattano annunci economici. Si spazia da eBay a bakeca, passando per centinaia di siti che offrono bene o male le stesse cose. Oppure puoi aprire un blog su Google ma non devi aspettarti grandi risultati in termini di posizionamento.

Pubblicato da Anna De Simone il 3 ottobre 2012