Ritardo treno, come essere rimborsati


Ahimè, non sempre i treni partono puntualissimi, senza considerare che può capitare nei peggiori dei casi anche la soppressione del treno. Il ritardo però può anche compromettere un appuntamento di lavoro oppure un’appuntamento galante…perché no! Purtroppo niente può rimediare all’imprevisto, ma forse un rimborso del biglietto può consolarci un pochino. A tal proposito ora vi illustrerò come richiedere il rimborso di un biglietto in caso di ritardo del treno seguendo i miei suggerimenti.

Rimborso biglietto ferroviario, controllo ritardo
Come vi ho già detto, può capitare che a causa del maltempo o di problemi sulla linea ferroviaria, i treni portino decine e decine di minuti di ritardo….e questo può essere motivo di rimborso: potete richiedere fino al 50 % di rimborso del biglietto.
Verificate innanzitutto se avete diritto al bonus di viaggio o meno, pertanto controllate l’orario di partenza e l’orario di arrivo sul vostro biglietto. Se avete una delle condizioni, che troverete di seguito potete richiedere un rimborso.

Rimborso biglietto ferroviario, come funziona
Se avete scelto di viaggiare con Trenitalia ecco come funziona:
Se il ritardo è compreso tra i 60 e i 119 minuti(ossia un minuto sotto le due ore) avete diritto a un’indennità pari al 25% del prezzo del biglietto
Se il ritardo supera le due ore si arriva al 50%
Se il ritardo compromette il motivo del viaggio si ha diritto all’intero importo inoltre potete chiedere di tornare al punto di partenza a spese della compagnia ferroviaria

Rimborso biglietto ferroviario, modalità
Il rimborso può essere corrisposto in denaro oppure potete optare per un bonus da utilizzare per il prossimo viaggio. Trascorsi 20 giorni dalla data del viaggio, potrete verificare se avete diritto al bonus presso tutte le biglietterie, il self-service, Internet e call center. Potete richiedere alle biglietterie o alle agenzie di viaggio convenzionate, consegnando il biglietto, il rilascio di un bonus nominativo o, direttamente, l’emissione di un nuovo biglietto per un importo pari al bonus spettante.
Il bonus ha una validità di 12 mesi dall’effettuazione del viaggio.

Pubblicato da Anna De Simone il 13 novembre 2013