Come risparmiare in viaggio



I viaggi costano ma non vogliamo farne a meno….ci mancherebbe! Quindi l’unica cosa che ci resta per non rinunciare al viaggio è risparmiare. I luoghi turistici affollati per esempio ci dimostrano che anche in tempo di crisi è possibile passare dei momenti piacevoli lontani dallo solita routine della vita quotidiana. Anzi è proprio a causa della crisi che si può viaggiare spendendo poco. Vediamo nel dettaglio come risparmiare in viaggio seguendo le mie indicazioni.

Risparmiare sul viaggio, consigli utili
Primo step
Per risparmiare sul biglietto aereo dovete prenotare la propria destinazione almeno nove mesi prima, scegliendo la bassa stagione: è il periodo più economico, così avrete la possibilità di mettere da parte un grande risparmio. In alternativa, potete optare per un last second, significa avere la valigia pronta ma a conti fatti un viaggio vi costerà molto poco. Qualche esempio? Tempo fa ho preso un last second per l’America a soli 340 euro circa. Direi non male. In ogni caso prenotate il volo online ma senza avere fretta di pagare il biglietto, decidendo con calma la meta e l’offerta migliori tra i vari siti.
Secondo step
Evitate di viaggiare da soli, maggiore è il numero dei componenti del gruppo e più sarà possibile dividere le spese di alloggio, benzina, cibo
Terzo step
Scegliete la periferia mai le zone centrali, stando infattilontano dal centro storico, riuscirete a non pagare i prezzi elevati della città. Fidatevi anche in periferia ci sono dei posti magnifici incontaminati dall’aria della città e dal caos.
Quarto step
Siete arrivati a destinazione? Bene, visitate la città a piedi oppure prendete una bicicletta. Vanno bene anche i mezzi pubblici ma escludete a priori il noleggio di qualsiasi trasporto: anzi documentatevi su eventuali abbonamenti e promozioni del tipo trasporto più visita musei
Quinto step
A che serve chiudersi in un ristorante per mangiare? Boh non l’ho mai capito. La vacanza non è sinonimo di ristoranti! Con quel soldi potete fare altro, visitare più cose. Avete fame? Ci sono i supermercati, le salumerie, le rosticcerie a limite.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 settembre 2013