Cosa vedere a Dubrovnik


cosa vedere a dubrovnik

Grazie al suo superbo centro storico, Dubrovnik, incantevole città in stile barocco della Croazia, è definita la Perla dell’Adriatico; non a caso il centro storico della città è classificato patrimonio mondiale dall’UNESCO.

Se le vostre prossime vacanza saranno in Croazia, non potete perdervi una visita a Dubrovnik! “Chi cerca il paradiso terrestre deve venire a Dubrovnik” ha scritto una volta George Bernard Shaw e a ragione, perché questa incantevole città ha tanto da offrire.

Come raggiungere Dubrovnik
Dubrovnik può essere raggiunta facilmente in aereo. L’aeroporto si trova a Cilipi, a soli 20 km dalla città; Bus e navette lo collegano alla città. Scegliendo la nave invece si può arrivare comodamente da Bari. Dubrovnik non è servita dalla linea ferroviaria, la stazione più vicina è Ploce da cui partono bus per arrivare in città.

Cosa vedere a Dubrovnik, le attrazioni
L’attrazione principale di Dubrovnik sono, ovviamente, le sue spettacolari mura, costruite in diversi stadi e via via rafforzate nei secoli. Hanno una lunghezza di 1960 metri e sono composte da numerose fortezze, torri e bastioni, percorribili a piedi; alcuni punti raggiungono l’altezza di 25 metri, regalando una vista mozzafiato della città con le sue piazze, le sue graziose viuzze.
Merita una visita anche la Fortezza di San Giovanni, uno dei bastioni meglio tenuti di tutto il complesso e da cui si può gettare uno sguardo sul mare.

Dubrovnik va scoperta a piedi, tra le sue strette viuzze, nella via pedonale Placa Stradum, da cui prende il via il centro storico. Lungo il cammino troverete la Chiesa di San Francesco che fa parte di un complesso monastico risalente al 1300 e al cui interno pale ad altare risalgono al periodo Barocco.
Proseguendo poi lungo la Prijeko e Ulica, una delle strade più deliziose di Dubrovnik, si trovano tantissimi locali, negozi di gioielli e souvenir.

Altra punto di interesse turistico è la Piazza della Loggia dove spicca uno dei maggiori monumenti della città: la colonna di Orlando, una raffigurazione in pietra di Rolando, il protagonista de La Chanson de Roland. Essa però costituisce anche il simbolo dell’indipendenza e della libertà della città, sulla sua cima infatti, per ben 4 secoli, ha sventolato la bandiera della Repubblica.

Da non perdere il Palazzo Sponza e quello del Rettore. Il primo, risale al 1516; veniva utilizzato come dogana per le merci provenienti dall’Oriente, poi venne utilizzato come Zecca, tesoro di Stato e banca. Il secondo invece risale al tempo in cui Dubrovnik veniva chiamata Ragusa. Per secoli ha rappresentato il centro politico ed amministrativo della Repubblica. Ora viene usato per i concerti estivi.
Gli innamorati della natura non saranno delusi: nei dintorni della città si scopre una vegetazione tipicamente mediterranea con degli alberi di limoni ed aranci, ma anche qualche pianta più esotica, per un miscuglio finale curioso e unico.

Per approfondimento leggi “Cosa vedere in Croazia”

Pubblicato da Anna De Simone il 11 maggio 2015