Raggiungere la Croazia in auto, conviene?


croazia in auto

Raggiungere la Croazia in auto: il modo più comodo per arrivare in Croazia, per chi risiete in Italia settentrionale, è l’auto. Chi proviene dal meridione e non vuole rinunciare alla comodità che solo un’auto privata può offrire, ha la possibilità di imbarcare l’auto, la moto o il camper: la Snav offre questo servizio con partenze continue dal 27 al 6 ottobre.

Raggiungere la Croazia in auto, le spese da sostenere
Chi decide di imbarcare la vettura, dovrà sostenere i costi di navigazione, altrimenti ci sarà solo da calcolare la spesa carburante e il costo dei pedaggi e bollini autostradali.

Per esempio, partendo da Napoli, per arrivare sulla costa orientale della Croazia, bisogna percorrere all’incirca 1200 km che con un diesel Euro 5 corrispondono a una spesa carburante pari a circa 120 euro. Alla spesa carburante bisognerà aggiungere i costi del pedaggio che, percorrendo la A1 ammontano a circa 64 euro ai quali sarà necessario aggiungere ulteriori 15 euro di bollino autostradale.

Il bollino autostradale Sloveno ha una durata di 7 giorni.

Come è chiaro raggiungere la Croazia in auto, anche se si parte dal meridione, è piuttosto conveniente: con circa 200 euro viaggiano almeno 2 persone con bagagli a seguito.

Una volta in Croazia, ricordate che tutte le autostrade sono a pedaggio: il tunnel che collega Fiume con l’Istria, la strada fra Delnice e Fiume e ancora il ponte che collega la terraferma con l’isola di Krk.

Croazia in auto, avviso
In Croazia, le strade principali, non ha molte stazioni di rifornimento! Se intendete raggiungere la Croazia in auto approfittate delle città per fare il pieno: sulle autostrade croate le stazioni di rifornimento e di servizio sono molto distanti tra loro e poco diffuse!

Mentre vi spostate nelle località urbane, prestate molta attenzione alla segnaletica: le indicazioni stradali possono essere scritte sia in nominativo, sia in genitivo, insomma, i nomi delle destinazioni che avete segnato a casa potrebbero differire da quelli che trovate sui cartelli stradali! Come ovviare a questo problema? Il nome della destinazione iniziano nello stesso modo ma sarà a parte terminale della parola, il suffisso, a cambiare.

Attenzione anche ai limiti: nei centri urbani la velocità consentita è di 40-50 km/h. In autostrada il limite è di 120 km/h (e non 130 km/h come da noi!), nelle strade extrurbane il limite è fissato a 80 km/h mentre nelle supestrade si sale a 100 km/h.

Altre norme:

  • i bambini con età inferiore ai 12 anni non possono viaggiare sul sedile anteriore.
  • le cinture sono obbligatorie anche per chi viaggia dietro.
  • il limite di velocità in autostrada è di 120 km/h.

Ti potrebbe interessare Discovery Sport: DNA avventura

Pubblicato da Anna De Simone il 3 agosto 2014