Finlandia: cosa vedere e cosa fare


Finlandia

La Finlandia, la vera patria di Babbo Natale, è un paese ricco di attrazioni, soprattutto naturali. E’ una meta per chi ama la natura e il silenzio anche se non mancano le occasioni per divertirsi, godere di buona musica e fare un po’ di shopping. Fatta bene la valigia, che sia inverno o che sia estate, partiamo, attrezzati per passeggiare e per fare escursionismo, uscite in kayak e canottaggio ma anche per visitare città piene di vita oltre a Helsinki, famosa soprattutto per il design e la musica.



Finlandia: cosa vedere

Appena arrivati in Finlandia ci si fionda a vedere i parchi situati per lo più nella parte settentrionale del Paese dove cin sono molte foreste protette e le montagne dette “fjäll” dove si possono fare interessanti passeggiate immersi nella natura nel vero senso della parola. Tra i parchi migliori il Parco Nazionale Urho Kekkonen, in Lapponia, e il Parco Nazionale di Pallas-Yllästunturi, poi c’è anche la spettacolare gola della Riserva Naturale Integrale di Kevo da non perdere.

In alcuni di questi parchi è possibile osservare l’orso bruno (Ursus arctos) animale nazionale. Questa creatura piuttosto affascinante abita nella parte nordorientale del paese, al confine con la Russia. Esistono delle agenzie in loco che organizzano escursioni e hanno dei nascondigli ad hoc per l’osservazione degli orsi, protetti e panoramici.

Più a Sud c’è la Regione dei Laghi dove si possono fare anche delle brevi crociere per vedere il panorama da un punto di vista diverso. C’è inoltre l’opportunità di pagaiare lungo l’Oravareitti (Via dello Scoiattolo) oppure di ammirare le foche d’acqua dolce nei parchi nazionali di Kolovesi e Linnansaarito.

Per chi ha tempo di organizzare la trasferta extra, c’è l’arcipelago delle Åland da girare in bicicletta. Su questa terra dispersa in mare si trovano ponti e traghetti che collegano molte delle isole che lo compongono, quasi sei mila. Il paesaggio è molto particolare, ci sono percorsi nei boschi, sentieri sterrati, una chiesa medievale o rovine di castelli. E’ un universo magico in cui trascorrere ore spensierate.

Per approfondire la cultura sámi è necessario visitare Inari e il vicino Parco Nazionale di Lemmenjoki. Oltre ad un museo dedicato, il museo Siida, nel territorio ci sono anche tante escursioni da provare, con guide sámi, il modo migliore per incontrare anche le renne e conoscere artigianato e musica del posto.

Altra città interessante è Rauma, una città in legno, la più grande dei paesi nordici, diventata anche Patrimonio dell’Umanità per l’UNESCO. E’ una sorta di museo a cielo aperto con centinaia di case, alcune adibite a caffè, negozi, musei e laboratori d’artigianato.Curioso sentir parlare il giäl, un antico dialetto di marinai che mescola diverse lingue.

Prima di ripartire vale la pena di fare un salto ad Hanko, la città più meridionale della Finlandia, apprezzata soprattutto per le sue spiagge, frequentate ai tempi anche dai nobili di San Pietroburgo nei mesi estivi. A noi possono battere i denti al solo pensiero ma anche se non vogliamo fare il bagno, la zona è interessante dal punto di vista naturalistico ed architettonico.

Finlandia

Finlandia: cosa fare

Una delle prime cose da fare arrivati in questa terra è una sauna, quella tradizionale, un vero piacere. Helsinki e Tampere sono i posti migliori per provare ma se si desidera un’esperienza più “avventurosa” si può andare a Kuopio per sperimentare la sauna a fumo e poi gettarsi nel lago.

A Helsinki ci sono anche moltissime opportunità per fare shopping, soprattutto se si è appassionati di design. Ci sono negozi storici di marchi come Iittala, Marimekko e Artek, e poi i negozi del quartiere alternativo di Punavuori, considerato il Design District della capitale.

Se ci spostiamo a Kemi troviamo l’hotel di neve, il Lumihotelli, in Lapponia, dove passare la notte in sacchi a pelo molto pesanti dopo essersi scaldati con cocktails alla vodka. Un’altra esperienza non adatta ai freddolosi è la gita in slitta e motoslitta, sempre in Lapponia. Si tratta di brevi escursioni per nutrire e conoscere gli husky immersi nella natura incontaminata.

Molto interessanti, in Finlandia, anche i mercati alimentari ricchi di fomaggi locali, pane nero di segale, cioccolata artigianale, salsicce finlandesi e pesce affumicato. Uno dei più interessanti e grandi è quello di Tampere, il posto giusto per assaggiare il mustamakkara (sanguinaccio) tradizionale. In estate ci sono poi mercati in tutte le piazze, e ci vendono in prevalenza ortaggi, fragole succose e piselli.

In Finlandia non c’è solo natura ma anche ottima musica, soprattutto se si partecipa ad uno dei Festival musicali che hanno luogo in questo Paese. In quello al castello di Savonlinna, c’è musica da opera, quella folk si ritrova a Kaustinen mentre Pori, Espoo e Tampere richiamano migliaia di appassionati di jazz. Non ce lo si aspetta ma c’è anche il festival del Tango, a Seinäjoki, e poi quello rock: è il Ruisrock di Turku.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebook  e Instagram

Richiedi itinerario personalizzato

Pubblicato da Marta Abbà il 7 Febbraio 2019