Come affrontare un viaggio in auto con il gatto


Oggi vedremo come affrontare un viaggio in macchina con il nostro amico gatto. Trasportare un gatto in macchina per un lungo viaggio può essere un’impresa molto stressante, questi suggerimenti potrebbero rendervi la vacanza più semplice. In un primo momento vi avvisiamo che se viaggiate in estate, meglio che la vostra auto sia munita di aria condizionata, i gatti soffrono il caldo almeno quanto gli umani!

I gatti sono molto legati al loro territorio quindi non sono felici di doversi spostare. I gatti si sentono vulnerabili in un terreno lontano da casa quindi meglio essere premurosi e prepararli alla partenza.

Può essere molto pericoloso affrontare un viaggio in macchina tenendo il gatto a piede libero. Se si apre un finestrino o una porta, il gatto potrebbe scappare via, per non parlare dei rischi legati a un possibile incontro ravvicinato tra il gatto e il conducente dell’auto! Ricordate che il gatto dovrà urinare o defecare durante il viaggio per questo investite qualche soldino in una gabbietta da viaggio per gatti, sul mercato se ne trovano di diverse dimensioni, forme e materiali. In vimini, in plastica, in fibra di vetro, con rete metallica… scegliete quella che vi sembra più facile da pulire e più comoda per il vostro gatto. Nella scelta, ricordate che una gabbia più grande non significa necessariamente “più comoda”, i gatti preferiscono accamparsi in uno spazio ristretto e non si muovono continuamente come i cugini cani!

Assicuratevi che il gatto sia in un luogo fresco, non mettete il gatto nel bagagliao ma tenetelo ben in vista, se viaggiate in una berlina, ponete il gatto (nella sua gabbietta), sul sedile posteriore e fissatelo con la cintura di sicurezza. Controllate il gatto molto frequentemente, soprattutto se la temperatura dell’abitacolo dell’auto è piuttosto alta.

Non sottovalutate la potenza del caldo: se vi fermate in una piazzola di servizio o all’autogrill, non lasciate l’auto al sole, il gatto potrebbe surriscaldarsi! Se sostate, lasciate l’auto con l’aria condizionata azionata, oppure parcheggiata all’ombra con i finestrini aperti. Non dimenticate di preparare razioni d’acqua e di cibo per il gatto! Per le vacanze, ricordate di acquistare un’imbracatura e un guinzaglio, magari il gatto non ne ha bisogno in casa o sul territorio che conosce, ma potrebbe spaventarsi e scappare via in un ambiente del tutto nuovo.

Ricordate di pianificare il viaggio in anticipo, scegliete di partire lontano dalle ore di punta e scegliete i percorsi meno congestionati. Pianificare un viaggio in anticipo, significa effettuare delle prove! Vi sembrerà strano ma… prima di portare il gatto in macchina per una traversata di 4 o più ore, provate a portarlo in giro per la città! Ricordate che prima di intraprendere un qualsiasi viaggio è sempre bene consultare il proprio veterinario.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 agosto 2013