Città di Monza: cosa vedere in una giornata


Città di Monza

Città di Monza, anche Provincia, pur essendo a due passi da Milano, e spesso considerata una sorta di ponte tra l’area metropolitana milanese, densamente abitata e vivace, e le colline della Brianza, più verdi e rilassanti. Ma la Città di Monza è molto di più che un ponte, è sede di numerosi monumenti e di un enorme Parco che sconfina in molti comuni vicini.



Città di Monza: come arrivare

In macchina si arriva a Milano con una delle tante autostrade e si prosegue verso Como e Lecco, verso Monza, le indicazioni non mancano. Per chi vuole atterrare nelle vicinanze, ci sono 3 aeroporti, quello di Linate, quello di Malpensa e quello di Orio al Serio, mentre chi arriva in treno, con Trenitalia e Trenord, ha una buona scelta di linee sia che arrivi da Milano, sia che arrivi da Bergamo, Sondrio, Lecco, Como o Chiasso. Anche in bicicletta di può arrivare a Monza con comodità, soprattutto se si abita in Brianza.

Città di Monza

Città di Monza: Parco e Villa Reale

La Villa Reale è il tesoro più grande di Monza, assieme al Parco, soprattutto per chi ama gli spazi ampi e all’aperto. Non scordiamo che il parco custodisce anche il noto Autodromo ma partiamo dalla Reggia che comprende Villa Reale, Giardini e Parco. Un giro veloce non può non contemplare due passi nel Roseto e nei giardini, per poi visitare la Villa al suo interno respirando atmosfera regale e magari dando una occhiata ad una delle mostre spesso ospitate in questi spazi.

Il Parco di Monza ospita Ville e Cascine, Mulini o Ponti, e moltissimi alberi, anche secolari: una intera giornata al Parco scorre via veloce se si ama la natura e il divertimento, per gli appassionati di Formula 1, però, non è pensabile non dare una occhiata all’Autodromo Nazionale con le curve di Lesmo, la variante Ascari e la curva parabolica e il poco noto Museo della Velocità. Presso l’autodromo si svolgono anche numerose manifestazioni sia legate al mondo della Formula 1 e dei motori in genere, sia di tutt’altro tipo. Ad esempio corse, ritrovi di auto d’epoca come anche concerti e festival. E’ certamente uno spazio vivo 12 mesi all’anno.

Città di Monza

Città di Monza: cosa vedere in un giorno

Andiamo verso il centro della Città di Monza per conoscerne il patrimonio storico a partire dal bel Duomo, dedicato a San Giovanni Battista, con una facciata solenne in marmo bianco e verde e uno spettacolare rosone centrale. Imperdibili gli affreschi ospitati nella Cappella della Regina Teodolinda, realizzati dagli Zavattari con 45 episodi della vita di Teodolinda stessa. Tra i Tesori del Duomo spicca la Corona Ferrea, tra i molti oggetti preziosi tra cui la chioccia con i pulcini.

Dopo una passeggiata nelle vie pedonali del centro, tra negozi e chiesette sparse e di pregio, si può fare un salto ai Musei Civici se si amano arte e storia, anche solo per ammirare l’edificio di circa 900 metri quadrati detto degli Umiliati, ordine religioso scioltosi nel 1571.

Città di Monza: dove mangiare

I ristoranti e i locali a Monza non mancano ma se si vuole mangiare di gusto e non la solita pizza, ecco quelli da cercare. Il Turnè, in via Bergamo 3, il Ristorante il Moro, se si ama il pesce, in via Parravicini, 44, oppure A di Alice, in viale Elvezia, 4. Passeggiando per la città si trovano molti locali gradevoli e originali, se ci si spinge verso il parco, da non perdere il ristorante annesso alla Scuola di Agraria, “Cascina Frutteto”, lungo la principale arteria che attraversa l’area verde, viale Cavriga: un luogo fuori dal tempo dove si mangia bene e ci si può rilassare. E non mancano i sentieri per passeggiate digestive! Prima di partire, potete dare una occhiata ai  prodotti tipici di Monza.

Città di Monza

Città di Monza: storia

Dopo una giornata trascorsa a Monza forse lo si intuisce senza bisogno di leggerlo nei libri di storia: questa città è stata in mano a Romani, Longobardi, agli Sforza e agli Austriaci, ci è stato Napoleone, poi gli Asburgo e i Savoia. Ruolo di rilievo e che ha lasciato molti gradevoli segni, lo ha giocato la regina longobarda Teodolinda che aveva scelto Monza come residenza estiva ed è sempre a lei che una Basilica su cui poi è sorto il Duomo che ancora ne contiene delle tracce.

Dopo un giro a Monza si può raggiungere la Città di Como, anche in treno, per proseguire la visita delle province della Brianza

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche una gita nella città di Parma o nella Città di Lodi, nella città di Brescia, nella Città di Pavia, nella città di Bergamo ma anche più lontano, visto che merita, nella Città di Reggio Emilia. E la città di Modena la conoscete?

Pubblicato da Marta Abbà il 8 marzo 2018