Lanzarote, la più vulcanica delle Canarie


Il paesaggio lunare di Lanzarote mi affascina da sempre. Isola della Canarie meno conosciuta delle più note Gran Canaria, Fuerte Ventura e Tenerife, Lanzarote offre temperature miti tutto l’anno, con una media di 20° centigradi. Per questo motivo è una meta scelta non solo nel periodo estivo ma anche in primavera e, perchè no, in inverno.

Nel 1993 Lanzarote è stata dichiarata Riserva della biosfera dell’Unesco. L’isola non è molto grande, con una macchina presa in affitto si può tranquillamente girare in una giornata (calcolate una sessantina di chilometri da punta a punta), ma il mio consiglio è di fermarsi per più di qualche giorno per godersi il paesaggio semidesertico e il bellissimo mare.

Cosa vedere a Lanzarote:

– Il Parco nazionale Timanfaya: le distese di lava solidificata rendono questo parco nazionale unico al mondo. Le numerose eruzioni vulcaniche nel corso degli anni hanno reso il paesaggio spettacolare e maestoso.
Le visite all’interno del parco sono guidate.

Parco nazionale Timanfaya

Parco nazionale Timanfaya

Fondazione Cesar Manrique: si trova nella casa-studio dell’artista Cesar Manrique, architetto famosissimo a Lanzarote, ed è stata costruita su una colata lavica e su cinque bolle vulcaniche. E’ il centro culturale dell’isola. Bellissima la zona relax con piscina e bar.

Fondazione Cesar Manrique

Fondazione Cesar Manrique

Jardin de Cactus: realizzato e voluto da Manrique, non distante dalla Fondazione. Tantissime varietà di cactus di ogni forma e dimensione. Circa 10.000 piante grasse provenienti dalle Canarie e da altre parti del mondo sono esposte in questa mostra permanente di indiscusso fascino

Jardin de Cactus

Jardin de Cactus

Cueva de los Verdes: galleria vulcanica di 6 chilometri di lunghezza (una delle più lunghe al mondo) formatasi dall’eruzione del vulcano Monte Corona.

Jameos del Agua: ancora grotte vulcaniche e di nuovo la mano di Manrique, che ha creato passaggi, piscina, bar e un suggestivo teatro-auditorium che ospita concerti e manifestazioni artistiche. All’interno della grotta si è creato un laghetto naturale dove vivono piccoli granchi ciechi e albini, gli jameitos.

Le spiagge di Lanzarote
A Lanzarote ci sono diverse cose da vedere, ma se amate il relax e la vita da spiaggia non rimarrete delusi. Le più belle si trovano nella località Playa Blanca, a Sud dell’isola: Spiaggia Caletón del Cobre, Spiaggia Papagayo, Spiaggia de La Cruz, Spiaggia de La Cera, Spiaggia Mujeres e la Playa Blanca che da il nome alla zona.

Curiosità: Lanzarote e il cinema
Lanzarote è stata sfruttata come location cinematografica in diversi film come “2001. Odissea nello spazio”, girato in parte nel parco nazionale di Timanfaya, e la parte finale del recente film di Almodovar “Gli abbracci spezzati”.

Come raggiungere Lanzarote:
Da Bologna e Milano è possibile raggiungere Lanzarote con un lowcost diretto della compagnia Ryanair (calcolate quattro ore di volo circa). Da Roma non mi risulta esserci nessun low cost, dovrete rivolgervi alla compagnia AirEuropa.com che effettua voli per l’isola con scalo a Madrid.

Richiedi itinerario personalizzato