Passaporto per animali domestici


Non tutti i turisti sanno che esiste un passaporto europeo per gli animali da compagnia, così, i viaggiatori che vogliono portare i loro animali domestici in vacanza possono godere del nuovo passaporto europeo emesso dal proprio veterinario. Grazie a questo documento, viaggiare con un cane o con un gatto è molto più semplice.

Il passaporto per animali domestici non è solo un diritto del turista ma anche un dovere: tutti i cani e i gatti devono essere muniti di passaporto per poter essere identificati e devono essere equipaggiati dell’apposito microchip elettronico. Gli animali domestici che viaggiono dovranno avere tutte le vaccinazioni del caso, in particolar modo, è richiesta quella contro la rabbia che il vostro veterinario dovrà specificare sul passaporto.

Altri trattamenti sanitari obbligatori sono quelli che vanno effettuati ai cani che viaggiano in Finlandia, Irlanda, Malta e Regno Unito. Infatti, questi paesi, da gennaio 2012, richiedono appositi trattementi contro la tenia. Anche in tal caso il trattamento dovrà figurare sul passaporto e dovrà essere certificato dal vostro veterinario. Per le vaccinazioni e il trattamento per la tenia, bisognerà muoversi con un certo anticipo; per esempio, a seguito del trattamento per la tenia, l’animale potrà viaggiare da unno a cinque giorni dopo il trattamento.

Prima di varcare la frontiera, controllate le vostre carte d’imbarco, la vostra carta d’identità e il passaporto del vostro cucciolo. Qualsiasi veterinario è abilitato per il rilascio.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 agosto 2012