Come viaggiare in aereo con un neonato


Viaggiare con un neonato comporta varie problematiche che però possono essere affrontate tranquillamente seguendo alcuni provvedimenti. I bagagli aumentano a causa di accessori che non possono mancare al neonato e il viaggio va organizzato in base alle sue esigenze.


Come viaggiare in aereo con un neonato. I documenti
Per viaggiare in aereo con un neonato è necessario che il bambino sia in possesso di documento di riconoscimento. I documenti variano in base alla meta del viaggio. Se ci si sposta all’interno nell’area Schengen basta solo la carta di identità che può essere richiesta all’ufficio anagrafe del proprio comune di residenza. Così come va bene la cosiddetta Carta Bianca, un documento con fotografia di riconoscimento valido nell’ambito dell’unione Europea costituito da un certificato di nascita e di cittadinanza, rilasciato dal Comune di residenza e vidimato dalla Questura. Ha la durata di un anno. All’esterno dell’area Schengen, il neonato deve viaggiare con un passaporto ordinario per minori rilasciato dalla Questura oppure del commissariato di Polizia competente.

In alternativa, si può iscrivere il minore in quello dei genitori compilando una dichiarazione di consenso da parte del coniuge o convivente alla questura. Il neonato deve essere accompagnato da almeno uno dei genitori o di chi ne fa le veci. In caso contrario servirà un attestato di accompagno notificato dalla questura. Per un viaggio negli Stati Uniti, i neonati hanno l’obbligo di essere dotati di passaporto a lettura ottica.

Come viaggiare in aereo con un neonato. Bagagli a mano
In genere fino ai due anni di età i bambini viaggiano gratis, visto che non occupano posto.
Tuttavia è possibile prenotare una culla o un seggiolino, al momento di fare il biglietto: in questo modo sarà più semplice per voi riposare.
È fondamentale portarsi nel bagaglio a mano tutto quello che occorre al bambino, fino a destinazione. Non dimenticare un cambio di vestiti, prodotti di pulizia, accessori, pappe, bevande ed eventuali medicine.

Non possono mancare inoltre: una copertina, un piccolo telo di plastica per il cambio del pannolino, più bavaglini, almeno sei pannolini, salviettine umidificate, tutte le pappe necessarie divise per dosi, un ciuccio e il suo giocattolino preferito.

Come viaggiare in aereo con un neonato. L’abbigliamento del neonato
La temperatura all’interno dell’aereo può variare di molti gradi rispetto a terra e modificarsi nel corso del viaggio pertanto è consigliabile vestire il neonato a strati. Gli indumenti consigliabili sono una magliettina a pelle, una felpa leggera e un giacchino da indossare o no a seconda della necessità.

Come viaggiare in aereo con un neonato. Atterraggio e decollo
Durante il decollo e l’atterraggio, potrebbero tapparsi le orecchie al bambino. In fase di decollo e atterraggio, basterà far succhiare un po’ d’acqua dal biberon, oppure il ciuccio, in modo che l’azione meccanica della mandibola stappi le orecchie. Attenzione il viaggio in aereo provoca una grande disidratazione, pertanto è necessario far bere spesso il bambino.

Pubblicato da Anna De Simone il 8 ottobre 2012