Asolo e villa il Galero


Asolo Asolo è una città rinomata soprattutto per la produzione di merletti, si trova in provincia di Treviso, in Veneto, e non conta molto di più di 10mila abitanti però è riuscita a far parte a pieno merito del club de I borghi più belli d’Italia. Se ci si sta interrogando sul nome, ecco svelate le sue origini. Arriva dal Latino “Acelum” ma ci sono alcuni studiosi che hanno pensato alla radice indoeuropea *ak, ovvero “luogo aguzzo”.

Potrebbe essere una corretta interpretazione visto che questo paesino sorge in un luogo dalla natura collinare del territorio dove è situata una rocca. Un luogo aguzzo, quindi, anche letteralmente.



Asolo: come arrivare

Si trova lungo la Strada statale 248 Schiavonesca-Marosticana, una posizione strategica ai tempi della Prima Guerra mondiale quando per alcuni periodi ha rappresentato il capolinea occidentale della Tranvia Montebelluna-Asolo. Oggi Asolo non è facilmente raggiungibile in treno se si arriva da molto lontano, richiedendo più cambi con treni locali, ma in auto è molto semplice da raggiungere.

Asolo e Villa Il Galero

Uno dei motivi per cui ci si chiede come arrivare ad Asolo è la presenza sul suo territorio di un’autentica Villa Veneta che è davvero uno grande spettacolo. Si tratta della Villa Il Galero, a pochi passi dal centro a cui non voglio certo togliere nulla. La Villa è situata sotto la Rocca e gode di un vista spettacolare sulla pianura circostante.

Gli ospiti della Villa Il Garnero se hanno la fortuna di soggiornare in giornate dal cielo limpido possono scorgere i Colli Euganei e in lontananza Venezia. Gli ospiti possiamo essere anche noi perché attualmente si può dormire nella villa, ovviamente ad un prezzo non da ostello!

Asolo e Villa Il Galero

E’ dal 1696 che a possederla è la famiglia De Lord Rinaldi che però da un po’ di tempo ha deciso di aprire le sue porte al pubblico in modo che la si potesse conoscere, visitare e apprezzare. Come capita in molte Ville Venete, questa de Il Galero è composta da quattro corpi: la villa al centro, ai lati due ali, le caratteristiche antiche scuderie trasformate in abitazioni, e poi la cappella. Quella della villa di Asolo è stato il più antico sacello del territorio dedicato alla Madonna.

Girando gli spazi di questa bella struttura possiamo ammirare a bocca aperta gli stemmi stellati della famiglia frutto di un lavoro artigianale di grande livello. Le pareti sono ricche di finissimi stucchi settecenteschi e non scordiamoci del giardino! Incantevole. La Villa Il Galero è infatti immersa nel verde ma non in un semplice verde veneto, bensì in un parco pieno di alberi e piante centenarie come cipressi, ulivi, alberi da frutto, pitosfori, oleafragrancee rampicanti di glicine, gelsomini.

Per gli amanti delle rose e per i romantici, c’è anche un bellissimo e antichissimo roseto rampicante da visitare nel mese di maggio. In estate c’è una piscina panoramica in cui passare ore ed ore sempre nel silenzio e nel verde, tra alberi da frutto e ulivi.

Asolo

Asolo e dintorni

Da Asolo si riescono a raggiungere in breve tempo le più belle città dell’area tra cui Venezia, Padova, Verona ma sono vicine e comode anche Cortina e le Dolomiti. Nei dintorni poi ci sono due campi da golf, il tennis ed un centro di equitazione e tantissime passeggiate da godere, andando alla scoperta dei bei Colli Asolani.

In primavera, ad esempio, per chi non è riuscito ad andare in Giappone c’è lo spettacolo della fioritura dei ciliegi e dei peschi ma anche in autunno il paesaggio di Asolo e dintorni sfoggia delle sfumature incredibili. Ci sono davvero molte passeggiate di varia difficoltà che attraversano valli e foreste, si può andare alla scoperta anche di grandi capolavori dell’arte italiana tra cui Villa Barbaro di Maser, progettata da Andrea Palladio (1550) con affreschi di Paolo Veronese, e la casa natale e la Gipsoteca dello scultore neoclassico Antonio Canova (1757-1822), lì sepolto. Sono rispettivamente a 5 e a 10 Km da Asolo.

Asolo: dove mangiare

Vediamo alcuni degli ottimi ristoranti che possiamo trovare e provare ad Asolo andando in cerca dei sapori della tradizione.

Al Bacaroti è una centenaria osteria asolana con cucina dedicata alle ricette della tradizione veneta e locale, tra le specialità ci sono molti piatti di carne semplici e genuini ma anche i nervetti, le lumache, il baccalà alla vicentina, le trippe.  Al Bistrott si trova una cucina più creativa e moderna ma che non tradisce la tradizione. L’offerta è composta da pesce e carne ma anche i vegetariani trovano asparagi e funghi, radicchio e erbe spontanee, e il sano pane e olio d’oliva dei Colli Asolani.

All’Hostaria Ca’ Derton veniamo accolti da un’atmosfera molti intima e gradevole, è il luogo perfetto per una cena tradizionale e anche un po’ romantica, c’è anche un’ottima offerta di vini e prezzi interessanti. La piccola osteria La corte del Re, proprio sulla piazza principale di Asolo, ha un menù ricco di locali tra cui porchetta e salumi, così come interessanti birre, vini e grappe. Molti prodotti, tra cui il formaggio morlacco, arrivano dalla vicina tenuta agricola del titolare.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Vi potrebbe interessare anche

Pubblicato da Marta Abbà il 30 settembre 2018