Bracciano, cosa vedere


Bracciano è una meta turistica ancora poco conosciuta e chi è a caccia di località alternative e nuovi sentieri da battere, può recarsi proprio qui, in questa zona geografica della Regione del Lazio.

L’antico borgo in provincia di Roma offre siti d’interesse sia per chi è in cerca di turismo culturale sia per chi è in cerca di esperienze adrenaliniche tipiche del turismo estremo: è proprio sulle cascate della Mola di Bracciano che si organizzano indimenticabili salti di 30 metri! Per chi non vuole spingersi a tanto può semplicemente gustarsi il percorso trekking fino alle cascate della Mola.

Un atmosfera unica e suggestiva si può trovare tra le antiche rovine dell’abbazia e le tombe etrusche della Riserva naturale di Monterano. La riserva è ricca di panorami diversificati, si passa da un corso d’acqua a un fitto castagneto, fino ad arrivare in fondo alla valle dove una distesa battuta ospita una solfatara. Per chi ha voglia di rilassarsi e camminare, questo è il posto perfetto ma non è l’unica scelta: il lago di Bracciano offre relax, tranquillità e panorami pieni di colori grazie ai riflessi della luce solare sullo specchio d’acqua. Sulle sponde del lago non mancano fantastici cigni bianchi.

Chi è in cerca di cultura può giovare di una visita guidata presso il castello Odescalchi. Il castello di Bracciano è oggi una proprietà privata, quindi l’ingresso prevede un ticket da acquistare che comprende anche della guida. Il costo del Biglietto è di circa 8 euro. All’interno del Castello Odescalchi è vietato effettuare fotografie ma non per questo dovete riporre la macchina fotografica: dalla torre e dalle finestre del castello si può ammirare un paesaggio incredibile, pronto da essere immortalato! Altro immancabile punto panoramico è situato nei pressi del Bastione della Sentinella, situato ai margini del borgo, si gode una vista mozzafiato sul Lago.

Pubblicato da Anna De Simone il 8 novembre 2013