Cascate Monte Gelato


Cascate Monte Gelato

 Cascate Monte Gelato: come arrivare, dove fare il bagno, trekking lungo il fiume Treja, barbecue e tutte le info utili per la visita.

Cascate Monte Gelato a Calcata

Le cascate monte Gelato si trovano nell’aria protetta del Parco Regionale Valle del Treja; questa area protetta si estende tra i comuni di Calcata (in provincia di Viterbo) e Mazzano Romano (in provincia di Roma).

Il Parco Regionale Valle del Treja è impreziosito dal fium Treja che sorge dai monti Sabatini e, nella zona di Monte Gelato, va a formare una serie salti d’acqua: le cascate di Monte Gelato.

A rendere più suggestivo il paesaggio è un antico mulino ad acqua sito nella zona adiacente alle cascate. Le cascate di Monte Gelato a Calcata sono famose perché la località è stata sfruttata come set cinematografico in vari film.

Nonostante il divieto di balneazione, la zona è molto frequentata nella stagione estiva quando centinaia di turisti si recano sulle sponde del fiume per fare il bagno.

Le cascate di Monte Gelato sono prossime a un popolare stabilimento di acqua effervescente naturale. E’ anche per questo che vi invitiamo a passeggiare lungo le sponde del fiume Treja.

Proseguendo il sentiero sull’argine sinistro del Treja, alla distanza di circa un chilometro dalle cascatelle di Monte Gelato, sulla sinistra s’innesta il sentiero 004, anche noto come sentiero Fonte di Virgilio. Proseguendo questo sientiero si costeggerà un fosso dal quale gli avventurieri sono soliti rifornirsi di acqua fresca e effervescente presso la località Fontana Salsa.

Cascate Monte Gelato: bagno

Il fiume Treja, come tutti i fiumi italiani, non è balneabile per legge. Sono molti i turisti e i visitatori che nelle calde giornate estive decidono di rinfrescarsi tuffandosi nelle fredde acque del fiume Treja e delle cascate monte gelato, tuttavia ricordiamo che soprattutto in prossimità delle cascatelle di Monte Gelato, si innesta un piccolo affluente proveniente dal depuratore della zona di Santa Lucia, nel comune di Campagnano di Roma.

Cascate Monte Gelato: come arrivare

Il Parco Regionale Valle del Treja è facilmente raggiungibile perché è compreso tra la via Cassia e la via Flaminia. In base alla provenienza, vedremo come raggiungere le Cascate Monte Gelato:

  • – Da Roma
    In auto bisognerà percorrere la SS2 Cassia e proseguire per Calcata.
    In alternativa è possibile percorrere la SS3 Flamina (Rignano Flaminio) e proseguire per Faleria, Calcata e Monte Romano e seguire per Strada Comunale di Monte Gelato.
  • – Dall’autostrada A1
    Prendete l’uscita Magliano Sabina, proseguite per la SS3 Flamina in direzione Roma, per poi Civita Castellana, Faleria e quindi Calcata e Monte Romano.

Cascate Monte Gelato: barbecue

La zona adiacente alle cascate Monte Gelato non è attrezzata, non dispone di servizi di di strutture ricettive: sarete completamente immersi nella natura quindi se non intendete spostarvi, sarà necessario provvedere a una colazione a sacco.

Un’area pic nic attrezzata si trova sulle sponde del fiume Treja e offre diverse attività sportive a contatto con la natura. Si tratta del Casale sul fiume Treja. Per arrivare al casale sul Fiume Treja vi basterà seguire le indicazioni su “Come arrivare alla Cascate Monte Gelato” fino alla Strada Comunale di Monte Gelato, civico 6.

Con l’ingresso al Casale avrete a disposizione un’area pic nic attrezzata e altre attività. Il prezzo per l’ingresso è fissato a 10 euro per gli adulti e 5 euro per i bambini fino a 10 anni (neonati e under 3 entrano gratis). Per tutte le informazioni vi invitiamo a contattare il numero 333 91 85 827.

Cascate Monte Gelato: il fiume Treja

Il fiume Treja percorre l’area protetta del Parco Regionale Valle del Treja, sorge dai monti Sabatini e solca profonde gole fino a terminare il suo percorso nel Tevere.

Il fiume Treja è caratterizzato da un paesaggio molto suggestivo: scorre su un letto di roccia tufacea e si interrompe con le piccole cascate della zona di Monte Gelato.

Possono interessarvi, altre cascate nel Lazio.

Pubblicato da Anna De Simone il 6 marzo 2016