Come annullare una crociera


È impensabile dover annullare una crociera ma possono sopraggiungere degli imprevisti che ci costringono a non poter partire! Come comportarsi di conseguenza? Nell’articolo vi spiegheremo tutti i dettagli su come annullare una crociera.

Come annullare una crociera, termini del contratto
Qualsiasi sia il motivo per cui si vuole annullare la crociera, sia personali o di salute, è bene precisare che all’atto della firma del contratto con la società in questione, vengono sottoscritti dei termini e delle condizioni alle quali si deve fare riferimento. Nel contratto di cui avete copia, sono indicate la condizioni con le relative penali per l’annullamento: nelle condizioni vengono contemplate il tempo entro il quale si può disdire la crociera e quanto si perde in termini economici.

Come annullare una crociera, le clausole
Se le cause per le quali si decide di annullare la crociera sono contemplate nelle clausole, c’è la possibilità di recesso della prenotazione senza penale. Le cause con diritto di recessione generalmente includono cambio della data di partenza, mancanza di disponibilità della cabina prescelta. In questo caso si avrà diritto a un altro pacchetto vacanze uguale o superiore rispetto a quello scelto.

Come annullare una crociera se si decide di non partire per motivi personali
Se per qualsiasi motivo non sarà possibile partire per la crociera, si perde una parte del costo totale, variabile in base al tempo che manca per la partenza. Più tardi avvisa, maggiore sarà il costo addebitato!
Ciò serve a tutelare la società che si troverà in difficoltà a pochi giorni dalla partenza se deve rimpiazzare un posto.
In genere se si disdice più di 3 mesi prima della data di imbarco, si perde il 10% del pacchetto, invece se si tratta di un mese prima dell’imbarco si perde tutto: attenzione, le clausole non sono le stesse per tutte le società.

Come annullare una crociera, consigli utili
Al momento della stipula del contratto leggere attentamente i paragrafi nei quali sono indicate le clausole del viaggio, soprattutto quelle inerenti il possibile annullamento. In ogni caso è preferibile scegliere qualcuno che vi proponga un’assicurazione sull’annullamento.  In genere questa assicurazione incide tra il 2 e il 6% sul costo globale ma vi permetterà di non rimetterci troppo in caso di disdetta. Per la disdetta basta recarsi all’agenzia con la quale avete stipulato il contratto.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 maggio 2013