Come rinnovare il passaporto


Se state organizzando un viaggio in uno Stato al di fuori della Comunità Europea, dovete prima assicurarvi che il vostro passaporto sia ancora valido. Qualora non lo fosse sarà necessario rinnovare il passaporto. Il passaporto infatti rappresnta l’unico documento valido per entrare in Paesi extracomunitari: quello italiano ha un microchip inserito sulla copertina e dal 2009 consente l’ingresso negli U.S.A. senza dover fare alcun visto associato. Se pensate che l’iter sia semplice e veloce…..vi sbagliate! Se dovete per esempio partire ad Agosto e vi siete accorti di avere il passaporto scaduto appena un mese prima, ahimè ci sono grosse possibilità che non partite. Ma vediamo nel dettaglio come rinnovare il passaporto.

Rinnovo passaporto, dove recarsi
Per il rinnovo passaporto dovete recarvi nella Questura della vostra città di residenza o presso l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza, in una stazione dei Carabinieri e ora anche presso l’ufficio postale o l’ufficio comunale locale.
Fra Poste Italiane e Ministero dell’Interno vi è stato un accordo che consente di agevolare l’iter per il rinnovo del passaporto: non è più necessario andare in Questura, basta chiedere il modulo passaporto presso gli uffici postali abilitati. Le richieste raccolte verranno inviate alla Questura di competenza che provvederà all’accertamento e all’emissione del documento.
Il passaporto poi vi arriverà a domicilio con Posta Assicurata oppure potete ritirarlo presso l’ufficio postale dove è stata accettata la domanda.

ATTENZIONE: i tempi di attesa cambiano e si riducono se la domanda di rinnovo passaporto viene presentata direttamente in Questura.

Rinnovo passaporto, la documentazione

  • Vecchio passaporto
  • Documento di riconoscimento valido
  • 2 fototessere identiche e recenti di formato 4×4 cm: se avete occhiali da vista dovete rimuoverli per la foto
  • 1 marca da bollo telematica da € 40,29,
  • Ricevuta di versamento di € 44,66 per il libretto a 32 pagine e di € 45,62 per quello a 48 pagine. Il versamento va eseguito tramite bollettino postale intestato a: Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del Tesoro – c/c n. 67422808 e nello spazio dedicato alla causale, va inserita la seguente dicitura ‘importo per il rilascio del passaporto elettronico.

Rinnovo passaporto, tempistica
Per il rilascio del passaporto possono passare più di una settimana e si può arrivare anche a 15-20 giorni o un mese, soprattutto nel periodo estivo quando la richiesta è maggiore o per Questure e uffici che servono più Comuni e hanno un maggiore carico di lavoro.

ATTENZIONE: evitate la richiesta proprio in coincidenza dei mesi estivi o nei periodi immediatamente precedenti alle festività natalizie, quando gli uffici sono più affollati di pratiche e i tempi possono allungarsi.

Rinnovo passaporto, validità
Il passaporto si rinnova ogni 10 anni ma necessita di un contrassegno a validità annuale (marca da bollo di 40,29 euro) che decorre dalla data del rilascio da apporre su una delle pagine del documento, ma non serve applicarla se non partite.

ATTENZIONE: verificate la data di scadenza del vostro passaporto dato che alcune nazioni richiedono al momento dell’entrata nel proprio territorio una validità passaporto per ulteriori 6 mesi.

Importante novità dal 24 luglio 2014: non serve più acquistare un bollo per il passaporto ogni anno!

Pubblicato da Anna De Simone il 5 settembre 2013