Come scegliere una guida di New York


Come scegliere una guida di New York

Per molti di noi il viaggio nella Grande Mela è un vacanza attesa, un sogno che si avvera o in qualche modo una avventura speciale, che si desidera vivere al meglio. C’è sempre un po’ di ansia di perdersi qualcosa di questa meravigliosa città ed è per questo che ci si chiede come scegliere una guida di New York vagando per gli scaffali del reparto viaggi di una libreria o navigando on line. In questa metropoli unica e in continua trasformazione, orientarsi non è affatto facile e quando si tratta di ottimizzare i nostri giorni di permanenza una guida ben fatta e completa ma anche organizzata in modo efficace e originale fa la differenza.



Come scegliere una guida di New York: consigli

Forse è una delle mete su sui sono state scritte più guide finora, quindi la scelta è ampia e difficile. Quando pensiamo a come programmare la nostra trasferta ci spuntano in testa anche tante immagini e scorci di questa città che ci sembra già di conoscere anche se non l’abbiamo mai vista dire direttamente per via dei tantissimi film e telefilm in cui è sfondo o protagonista. Vedrete quanti déjà vu avrete una volta là. Ora però che siamo ancora a casa dobbiamo capire come scegliere una guida di New York che ci accompagni in modo eccelso. Non sarò io a svelarvi quale è la migliore per ciascuno di voi, ogni viaggiatore ha esigenze diverse, cerca cose differenti nei suoi viaggi e desidera esperienze che possono andare dalla cena vip al massimo divertimento notturno, dalla giornata nel museo alla 24 ore di shopping sfrenato. Assieme vedremo i diversi criteri con cui osservare le diverse edizioni a disposizione, per capire che priorità dare. Come deve essere la nostra guida di New York?

Guida di New York recente

Al di là del titolo e della casa editrice, essenziale che sia stata pubblicata da relativamente poco. Soprattutto in una città che cambia di continuo la propria forma, in cui sorgono grattacieli e si aprono nuove piazze e parchi, è essenziale che la nostra guida ci racconti tutto e ci aggiorni. Se non è aggiornata lei, come può farlo? Non si tratta solo dell’urbanistica della città ma anche dei locali, dei ristoranti e dei negozi. Da un lato si rischia di perdere quelli appena aperti, dall’altro di trovarsi ad andare a cena in un ristorante chiuso o trasferitosi altrove. Similmente per i negozi. Da questo punto di vista hanno un grosso vantaggio le guide digitali che sono ovviamente facili da aggiornare e se non si ha eBook reader, si possono comunque consultare su smartphone o tablet. Una delle guide anche cartacee che solitamente troviamo in commercio in edizioni fresche e aggiornate è quella della Lonely Planet. I suoi pregi non sono solo questi, è in generale un’edizione ricca di spunti e di informazioni, di indirizzi utili anche scelti in modo originale e non omologato.

Guida di New York tascabile

Per chi vuole andare a zonzo per la città comodamente e senza troppi zaini o borse, oppure per chi vuole fare uno shopping sfrenato per cui non vuole pesi aggiuntivi, la guida perfetta è una guida tascabile, quindi in un formato comodo da tenere in tasca o in borsa. Io le chiamo “guide bigino” e ce ne sono di vario genere in circolazione. Certo non possiamo pretendere che contengano informazioni approfondite, di solito sono delle guide con le informazioni principali, finalizzate soprattutto ad aiutarci a capire cosa troviamo nei vari quartieri con qualche dritta utile su mezzi pubblici e servizi. Questo tipo di guida è perfetta anche per chi vuole girare la città senza avere per forza un programma fisso, e con pochi riferimenti se la gode camminando a zonzo e lasciandosi stupire di volta in volta. Una visita a improvvisazione che può rilassare molto, anche perché in una città come New York c’è qualcosa di interessante o curioso quasi ad ogni angolo della strada.

Guida di New York economica

Giustamente, per quanto mi riguarda, si da un occhio anche al prezzo perché spesso si va ad aggiungere a quello di un viaggio non prettamente economico e dopo averlo compiuto, la guida non è da buttare ma quasi. Possiamo magari regalarla o venderla ma, proprio perché è importante che sia aggiornata, non ha un valore durevole. Chi ha il risparmio come massima priorità ed è disposto anche a compromessi sulla qualità può scaricare gratuitamente on line delle guide PDF cercando sui motori di ricerca. L’alternativa è cercare edizioni snelle in libreria, magari senza troppe immagini patinate, oppure andare nei mercatini o nei negozi in cui vendono libri usati. Non saranno recenti ma le informazioni principali le troviamo se risalgono a circa 5 o 6 anni prima. Possiamo completare con qualche ricerca on line sulle ultime novità di New York, su locali, monumenti, eventi e curiosità.

Come scegliere una guida di New York

Guida di New York chic

Ci sono viaggiatori che della guida ne fanno un culto e la vogliono prima di tutto bella. Spesso in questi casi capita che la si legga a casa, la si sfogli e poi si parta con una guida tascabile. Se così è, ci sono allora dei libri per prepararsi ad un viaggio a New York fenomenali, con delle immagini che fanno sbavare. Le migliori sono quelli dedicati a filoni singoli, tematici, ad esempio solo alle case, solo alle piazze, solo ai parchi, solo ai graffiti… e così via. Sono libri da collezione che al nostro ritorno possiamo continuare a sfogliare programmando un secondo o ennesimo viaggio a New York.

Guida di New York umana

Nei criteri su come scegliere una guida di New York spunta anche il fattore umano e in questa categoria mi riconosco. A volte più che le guide sono utili i libri dedicati alla città e che ce ne mostrano aspetti diversi visti sotto una luce molto intima. Un esempio è il libro di Paolo Cognetti “New York è una finestra senza tende”.

Richiedi itinerario personalizzato

Pubblicato da Marta Abbà il 11 Gennaio 2020