Cosa vedere nella città del Vaticano


città del Vaticano
Nel cuore di Roma sorge la Città del Vaticano, il più piccolo Stato del mondo. Cuore pulsante del cattolicesimo, ogni anno richiama tantissimi fedeli che giungono da ogni angolo del mondo per riunirsi in preghiera e avere la benedizione del Papa ma anche per ammirare la ricchezza e la bellezza del suo patrimonio artistico. Ma vediamo nel dettaglio cosa vedere nella città del Vaticano.

Piazza San Pietro è il fulcro di questo Stato; qui milioni di pellegrini assistono alle messe celebrate dal Pontefice ogni domenica, affacciandosi alla finestra della Basilica di San Pietro.

Come raggiungere il Vaticano
Dai due aeroporti romani di Fiumicino e Ciampino, la città del Vaticano è facilmente raggiungibile grazie ai frequebti bus navetta che consentono un trasporto veloce, Chi preferisce arrivare in treno, dovrà raggiungere Roma Termini e da lì prendere il regionale (Ferrovie laziali) che porta fino alla stazione di Roma San Pietro.
Giunti alla stazione Termini, basta proseguire a piedi per 100 metri fino ad incontrare la fermata della linea 40 e scendere alla settima fermata. Camminando per circa 450 metri giungerete a Piazza S.Pietro.

Cosa vedere nella città del Vaticano
La piazza ha un diametro maggiore lungo 240 metri ed, al centro, è collocato l’obelisco alto più di 25 metri l’obelisco; fu portato a Roma da Caligola per annetterlo al circo di Nerone, dove trovò la morte il primo pontefice, San Pietro.
Giunti in piazza San Pietro potrete ammirare

La Basilica domina piazza San Pietro; dentro troverete capolavori di Raffaello, Michelangelo, Bramante e Bernini, che sembrano quasi proteggere la Pietà, sempre realizzata da Michelangelo.

Alzando lo sguardo verrete stupiti dall’immensità e dallo splendore della cupola maggiore, un’opera imponente realizzata da Michelangelo e conclusa, a causa della sua morte, da Domenico Fontana e Giacomo Della Porta. Le Grotte Vaticane, situate sotto il pavimento della Basilica, custodiscono la Tomba di Pietro e le sepolture di altri Pontefici tra cui quella di Giovanni Paolo II.

Poco distante dalla Basilica, costeggiando le mura, si arriva all’entrata dei Musei Vaticani (vi conviene prenotare in largo anticipo) che ospitano reperti di epoca egizia, etrusca e romana, oltre a carte geografiche, arazzi e collezioni di oggetti di culto.

Ma l’attrazione principale è la Cappella Sistina, un mirabile capolavororealizzata da diversi artisti quali il Perugino, il Botticelli, il Rosselli e il Ghirlandaio. L’intervento più famoso, tuttavia, è senza dubbio quello di Michelangelo che ne decorò la volta e realizzò il Giudizio Universale dietro l’altare.

Da non sottovalutare una visita a Castel Sant’Angelo e al suo museo, la residenza papale situata un po’ fuori dal centro del Vaticano

Il mio consiglio? Per poter ammirare la magnificenza che la città del Vaticano può offrire meglio programmare un soggiorno di più giorni; in questo modo potrete dedicare il giusto tempo ad ognuna delle attrazioni.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 maggio 2015