Cosa vedere nella riviera del Conero



Spesso veniamo attratti da località e mete esotiche senza tuttavia soffermarci sulle bellezze che fanno dell’Italia uno dei posti più belli al mondo. Una di queste perle è per esempio la zona della riviera del Conero, situata a pochi chilometri a sud di Ancona.

Una natura suggestiva, verde e a tratti selvaggia, un mare cristallino, tante spiagge, alcune facilmente accessibili, altre più solitarie e nascoste caratterizzano la Riviera……insomma, il Conero è un’isola felice per chi ama l’acqua limpida, profonda e il mare blu intenso.

Cosa vedere nella Riviera del Conero, le località da non perdere

Portonovo

La perla del Conero è Portonovo, un’incantevole baia immersa in splendidi scorci di natura incontaminata.
Imperdibile è la spiaggia di Mezzavalle, un luogo incantato e che ancora conserva tuta la sua naturalezza. Per arrivare alla spiaggia bisogna affrontare una ripida discesa per circa 20 minuti ma lo sforzo ne varrà la pena!

Sirolo

Altro gioiello del Conero è Sirolo, un paesino arroccato a picco sul mare. Chiamata la “Perla del Conero”, è Bandiera Blu da molti anni e le sue spiagge quella che più rappresenta la Riviera del Conero è la Spiaggia delle Due Sorelle, chiamata così per via dei due grandi scogli gemelli che la affiancano. E’ raggiungibile solamente via mare nei periodi estivi, o calandosi in cordata dal monte, e fino metà pomeriggio è completamente assolata senza uno spazio d’ombra.
Altre spiagge di Sirolo assolutamente degne di nota sono San Michele e i Sassi Neri, quest’ultima più selvaggia, completamente libera.

Numana

Proprio sotto Sirolo c’è Numana, un secondo paesino molto bello da visitare. Anche questo territorio ha conseguito l’ambito riconoscimento di Bandiera Blu per pulizia e vivibilità delle sue spiagge.
Dai giardini si può godere di un suggestivo panorama su tutto il litorale, così come dalla terrazza della torre.

Recanati

Merita una gita Recanati, paese del poeta Giacomo Leopardi con i tanti luoghi che lo ricordano: Palazzo Leopardi con l’annessa biblioteca, il Colle dell’Infinito e i resti dell’antica Torre di Sant’Agostino che ha ispirato il Passero Solitario. Il centro storico è delimitato da una cinta muraria del 1200.

Ancona

Anche Ancona, capoluogo delle Marche, merita di essere visitata. Da non perdere il duomo di S.Ciriaco, si trova in una zona particolarmente alta che domina la città e il mare. Da lì si gode di una spettacolare vista del porto sottostante da cui partono giornalmente le grandi navi dirette in Grecia e in Turchia.

Ma sono molte le località che questa meravigliosa riviera ospita, tutte con antiche testimonianze d’arte, cultura e storia che la rendono unica: citiamo Agugliano, Camerata Picena, Polverigi, S. Maria Nuova, Ostre Vetere, Castelfidardo, Camerano, Filottarno, Offagna, Cingoli e Loreto, uno dei luoghi di pellegrinaggio tra i più rinomati del mondo cattolico.

Pubblicato da Anna De Simone il 30 ottobre 2015