Cosa vedere a Tenerife


 Tenerife

Tenerife è la più urbanizzata e cosmopolita delle isole Canarie ed è una meta turistica molto interessante e gettonata perché offre molte attrazioni sia per chi sta cercando occasioni di divertimento, sia per chi invece vuole immergersi nella natura. Ci sono spiagge meravigliose e una vivace movida, pachi come quello Nazionale del Teide da visitare, il centro storico de La Lagunae ma anche la capitale Santa Cruz con tante occasioni di svago.



Tenerife si estende per oltre duemila chilometri di superficie e proprio qui si trovano la vetta più alta di tutta la Spagna e il terzo vulcano più grande del mondo. Andiamo a scoprire cosa vedere a Tenerife, ma non prima di aver ascoltato qualche consiglio di viaggio.

Tenerife: informazioni utili

Per goderci davvero appieno la vacanza, cominciamo a fare la valigia in modo strategico, tenendo conto della nostra meta. Ricordiamoci ad esempio che alle Canarie c’è un clima meraviglioso con una perenne primavera. Il nord, però, è anche piuttosto ventoso e piovoso e, se si va sui monti, sul Monte Teide, alto 3000 metri e oltre, le temperature scendono. Per vedere Tenerife serve quindi un abbigliamento casual, molti costumi per il mare ma anche giacche, pantaloni e maglioni per le escursioni.

In generale le Canarie sono delle isole sicure e Tenerife non è un luogo di gang o di bande criminali. C’è sempre il pericolo di essere borseggiati come capita spesso nei luoghi particolarmente turistici ed è meglio stare attenti.
Un altro consiglio utile è anche quello di evitare le camere ai piani bassi perché se desideriamo dormire e non fare sempre le notti brave, potremmo essere disturbati dalla movida dell’isola.

Cosa vedere a Tenerife

Partiamo dalla spiaggia, e non da una qualsiasi ma dalla Playa de las Teresitas, la più famosa di Tenerife. E’ la spiaggia della capitale Santa Cruz, molto popolata ma anche molto organizzata, lunga più di un chilometro e con ogni tipo di attrezzatura si possa desiderare.

Oltre ad immergerci nel mare, ci possiamo immergere anche nella natura nel Parque Nacional del Teide, Patrimonio dell’Umanità Unesco e ricco di attrazioni tra cui ad esempio la vetta “Pico del Teide”, le Roques de Garcia, pinnacoli di lava pietrificata, il Pico Viejo, monte responsabile dell’ultima eruzione nel 1798, e l’Observatorio del Teide, uno dei centri astrofisici migliori al mondo.

Facciamo un salto nella capitale, Santa Cruz de Tenerife, per divertirci e visitare qualche interessante monumento. Interessante è ad esempio il Museo de La Naturaleza y el Hombre, e poi c’è anche l’Auditorio progettato dall’archistar spagnola Santiago Calatrava. Questo edificio è il più elegante dell’arcipelago canario e deve essere visitato anche dai non appassionati di musica perché ciò che colpisce è la bravura del suo progettista per come ha saputo creare forme di tale equilibrio e creatività. L’auditorio è un edificio bianco, in cemento armato, a forma di vela, sormontato da una cupola a forma di onda molto avveneristica.

 Tenerife

L’antica capitale di Tenerife è però San Cristóbal de La Laguna, detta “La Laguna”, oggi solo sede universitaria e vescovile dell’isola ma ancora piena di cose da vedere soprattutto all’interno del “cuadrilatero” dove non mancano bar e locali notturni. Di giorno nelle stesse strade si possono visitare la Cattedrale, il Teatro Leal, il Museo de la Ciencia y el Cosmos e il Museo de la Naturaleza y el Hombre.

Un altro centro storico che merita una visita è quello di La Orotava con tante chiese e palazzi del ‘500 e la vista su una vallata coltivata a banani, castagni e vigne. Da queste parti c’è il già citato Parque Nacional del Teide dove passeggiare e fare trekking.

Garachico è una tappa meno gettonata ma da non scartare, piccola ma interessante. E’ un centro di circa 5000 anime e tante casette bianche su strade acciottolate, con piscine naturali in cui fare il bagno, vicine al Castello de San Miguel, piccola fortezza medievale dalla cui torre si scorge un panorama che abbraccia la cittadina e l’Atlantico.

Sulla costa occidentale c’è Los Gigantes, famosa per “Acantilados de Los Gigantes” ovvero scogliere a picco sul mare di altezza variabile tra i 300 e i 600 metri. Questo è un posto ideale per chi ama fare diving o whale watching. A proposito di mare, facciamo un salto anche in spiaggia, alla Playa de las Américas per ore di divertimento sfrenato, sia di giorno che di notte. Questa spiaggia è un punto di riferimento anche per i surfisti, da ottobre a marzo.

A Tenerife ci sono anche due parchi di divertimento, Siam Park e Loro Parque. Siam Park è uno dei parchi acquatici migliori al mondo, propone giochi d’acqua adrenalici ma ache molti spazi per bambini. A Puerto de La Cruz, nel nord dell’isola, c’è poi Loro Parque che è un giardino zoologico noto per la più grande collezione mondiale di pappagalli anche se ospita molti altri animali tra cui pinguini, tartarughe, scimpanzè, leoni marini, delfini, orche e persino coccodrilli.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebook e Instagram

Richiedi itinerario personalizzato

Pubblicato da Marta Abbà il 30 Gennaio 2019