Croazia: città, mare e aree protette


La Croazia è, così come l’Italia, un paese prevalentemente costiero. Per questo, soprattutto noi italiani, quando organizziamo un viaggio “oltre Adriatico” lo facciamo sempre o quasi per godere dello splendido mare, delle belle spiagge e degli ineguagliabili panorami costieri della Croazia. Chi ama le spiagge sabbiose può restare tuttavia un po’ deluso, perchè l’esposizione al vento di Bora fa sì che le coste croate siano per la maggior parte piuttosto alte e rocciose. E che la Croazia sia la meta ideale per gli appassionati di scogli e sassi di ogni dimensione.

La Croazia è però anche una terra ricca di storia e di belle città d’arte, sia lungo la costa che nell’interno.

La poco visitata e nota capitale, Zagabria, è una città giovane, vivace, affollata di persone sedute ai tavolini dei molti bar del centro. Zagabria è ricca di musei, in gran parte raccolti in una bella zona verdeggiante. E’ suddivisa in “città alta”, sulla collina, dove si trovano i monumenti principali, quali il duomo, la chiesa di San Marco, con il tetto colorato e il palazzo del parlamento e “città bassa”, con l’affascinante e colorata Piazza del Mercato e la Trg ban Jelacic, la piazza principale della città, crocevia di auto, tram e pedoni.

La mia città preferita è Zara, situata in posizione centrale lungo la costa. La sua città vecchia è estremamente affascinate: le mura, il corso lastricato ricco di monumenti in vari stili, segno delle varie dominazioni che si sono avvicendate nel corso dei secoli. A due passi dal centro storico, si trovano delle belle spiaggette ghiaiose ed il mare di fronte è costeggiato da isole (Ugljian e Pasman) e isolotti, che formano il Parco Nazionale delle Isole Incoronate.

Ma l’attrazione croata per cui vale la pena una gita è il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice: la meraviglia dell’acqua, che grazie a fenomeni di tipo carsico crea laghi, laghetti, ruscelli e cascate. E’ un incanto passeggiare lungo i sentieri circondati dall’acqua e dalla splendida e rigogliosa vegetazione, osservando il movimento di pesci ed insetti. E’ divertente anche girare per il parco sul trenino o sul battello elettrico, che attraversa il lago maggiore. Un’esperienza indimenticabile, per grandi e bambini, che lascia la Croazia nel cuore di chi la visita.

Questo post è stato scritto da Silvia, nata a Pisa nel 1979 e laureata in Chimica Industriale. Oggi si occupa di ambiente nella Pubblica Amministrazione e, non riuscendo a fare le vacanze estive perchè in attesa del mio primo figlio, nel luglio 2011 ha iniziato a raccontare i suoi viaggi sul nuovo blog Trippando.

Ti potrebbe interessare anche raggiungere