Lago di Laux


Lago di Laux

Lago di Laux, un paradiso piemontese, una meta ottima per esplorare le montagne con tranquillità, senza arrampicare troppo ma nemmeno essere troppo comodi. Ci troviamo vicini ai parchi naturali di Val Troncea, Orsiera Rocciavrè, dal Gran Bosco di Salbertrand e dal Forte di Fenestrelle, in una zona meno conosciuta di altre ma perfetta per escursioni a piedi, in mountain bike, a cavallo, in moto. E anche per chi ama fotografare la natura.



La valle del Lago di Laux è la Val Chisone il cui nome deriva dal latino “Clausum” che significa chiuso. Effettivamente è una valle stretta tra le cime delle Alpi ed è anche per questo che i suoi scorci sono panoramici e suggestivi. Nei pressi del Lago di Laux ci sono località note come Pinerolo, Villar Perosa, Fenestrelle, Pragelato e Sestriere, turistici e attrezzati, hanno anche ospitato alcune gare nella XX edizione dei Giochi Olimpici Invernali del 2006.

Lago di Laux: Fenestrelle

Fenestrelle è noto per il Forte di Fenestrelle, una struttura meravigliosa che viene ad oggi considerata un capolavoro di ingegneria militare. Non è da sempre visitabile, oggi fortunatamente sì, tutti possono ammirarne la maestosa bellezza. C’è chi in zona lo descrive come la “grande Muraglia piemontese” e si tratta effettivamente della fortificazione alpina più grande d’Europa affacciata sulla montagna.

C’è da restare a bocca aperta di fronte a questa opera di sbarramento costruita in pietra e muratura che si allunga verso la montagna per 3 Km coprendo un dislivello di 635m e una superficie di 1.300.000 mq. Si chiama il forte ma è composto da una serie di più forti (forte Carlo Alberto, San Carlo, Tre Denti, Delle Valli) collegati.

E’ possibile visitare questo particolare scenario sia con una gita di 1 ora, sua con un giro più lungo di 3 ore che ci porta anche al Forte San Carlo e ai Tre denti, salendo sino alla Garitta del Diavolo, oppure con una “Passeggiata Reale” di ben 7 ore da affrontare solo se atletici ed esperti di montagna.

Lago di Laux

Lago di Laux Usseaux

Quando si desidera andare al Lago di Laux si passa per Pinerolo, raggiungendo la Val Chisone, lungo la Statale 23 del Colle di Sestriere si supera Fenestrelle, il paese, e si arriva al villaggio di Laux. Per arrivare al Lago, a questo punto, mancano 900 metri. A Usseaux, però, conviene fare una tappa perché è un paesino molto accogliente e tipico del luogo, famoso per i murales che le case mostrano ai visitatori.

Passeggiandovi si percorrono stradine lastricate in pietra, viuzze intricate, fino alla piazzetta del borgo da cui ammirare circa 40 murales sulla vita quotidiana, sugli animali e la natura e anche sulle fiabe.

Lago di Laux: hotel

Per visitare al meglio lago e dintorni, conviene soggiornare nell’Hotel nei pressi del lago, una sistemazione perfetta per chi ama i luoghi nostrani e tipici, e anche i sapori genuini.

Nel suo ristorante non mancano certo i piatti casalinghi tipici delle valli occitane e il panorama dalla sua posizione è davvero imperdibile.

Lago di Laux

Lago di Laux: ristoranti

Un altro ottimo ristorante dove rifocillarsi dopo la gita, situato nei dintorni del lago, è “La Chabranda”, in stile agriturismo, un luogo rilassante dove si mangia ma anche si osservano le attività agricole per cui la zona è nota. Infatti ci si trova anche ad assaggiare formaggi prodotti lì, a gustare frutta e verdura appena colti.

Tra le specialità locali, da non perdere le zuppa valdese con i grissini, sorseggiando il Vino Pinerolese Ramìe d.o.c.

Lago di Laux: altitudine

Il Lago e l’hotel vicino, si trovano a 1381 metri di altitudine. Una quota da raggiungere e che merita di essere raggiunta per il panorama, per il silenzio e per l’aria pura che si respira.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 12 novembre 2017