Linea della Rosa


Linea della Rosa

I lettori fedeli di Dan Brown dovrebbero ben sapere cosa è la linea della rosa visto che appare nel romanzo “Il Codice da Vinci” come “rose ligne”. Si tratta dell’antico meridiano di Parigi, un ex meridiano zero, lo è stato fino a quando non lo è diventato il meridiano di Greenwich.



La linea della rosa però, non è stata scordata da tutti, è rimasta una leggenda, ha assunto significati tra il sacro e il profano, a volte esoterici. Borwn ad esempio nel suo romanzo la fa diventare il simbolo della linea di sangue che deriva dall’unione carnale di Gesù con Maria Maddalena. Resta una linea importante nella storia e che ha attorno a sé non solo dei misteri ma anche dei luoghi importanti da visitare e conoscere, che si creda o meno alle leggende.

Linea della Rosa

Contrassegnata anche da una linea di ottone che attraversa il centro della capitale francese, con tanto di medaglioni con la scritta “Arago” a distanze regolari fino ai sotterranei del Louvre, sotto la piramide rovesciata, la Linea della Rosa è il primo meridiano zero del mondo, detta anche il meridiano di Parigi. Si dice inoltre che proprio sotto la piramide rovesciata, dove la linea termina, si troverebbe l’ultima dimora del Santo Graal.

Linea della Rosa Parigi

La storia della Linea della Rosa si intreccia immancabilmente con quella di tutta la Francia e in primis della sua capitale. Già nel 1634, Luigi XIII e il Cardinale Richelieu hanno stabilito che si sarebbe dovuto usare il meridiano dell’isola del Ferro come riferimento nelle mappe di tutto il regno, per via del fatto che questa isola risultava essere la terra più ad ovest del “Vecchio Mondo”.

Negli anni successivi si è voluto effettuare dei calcoli per misurare la circonferenza della Terra e il re Luigi XIV ha fatto costruire apposta nel 1666 un grande osservatorio che oggi troviamo vicino all’abbazia di Port-Royal, non molto lontano da Parigi.

Linea della Rosa

E’ all’interno di questa struttura che passa la Linea della Rosa. Proseguendo da una parte e dall’altra, questa linea attraversava tutta la Francia ed è stata poi usata dai cartografi francesi come meridiano principale per più di 200 anni.

Solo nel 1884 ha preso il suo posto il Meridiano di Greenwich, dopo una Conferenza Internazionale dei Meridiani a Washington DC, e i francesi hanno continuato ad usare il loro meridiano fino al 1911, ancora oggi compare come meridiano alternativo in alcune carte francesi.

Linea della Rosa: mappa

Linea della Rosa

Linea della Rosa Saint Sulpice

Proprio dietro alla chiesa di Saint Sulpice passava il meridiano in questione, partendo dalla città di Dunkerque, a Nord. Oggi possiamo andare a vedere questa chiesa passeggiando per il vivace quartiere di Saint Germain che stupisce sempre per il fermento creativo che ospita. Da lontano, si nota, perché ha le dimensioni di una cattedrale.

Dopo averne ammirato la maestosità, conviene entrare all’interno perché ci sono delle sorprese da guardare con attenzione, tutte in chiave simbolica. Da quando Dan Brown ha scritto “Il Codice Da Vinci“ i turisti e i curiosi sono aumentati e anche i fan della Linea della Rosa.

Linea della Rosa: percorso

Se prendiamo in mano una antica cartina francese possiamo tranquillamente osservare tutto il percorso della Linea della Rosa che i cartografi di questo Paese non rinunciano quasi mai ad indicare. Siamo certi che, a Parigi, passa nei pressi della piramide di vetro del Louvre e poi sotto l’Osservatorio di Parigi. Partita da Dunkerque, dopo aver attraversato la Capitale, continua verso il Sud della Francia, sfiorando Bourges e raggiungendo i Pirenei, per l’esattezza a Les Pontils, località a circa 300 metri dal sarcofago d’Arcadia.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 27 novembre 2017