Rimborso biglietto aereo, ecco come procedere


Rimborso biglietto aereo

Rimborso biglietto aereo. Volo cancellato o increscioso ritardo? Sono molti i casi in cui avete diritto al rimborso del biglietto aereo. Ritardi o cancellazioni dei voli possono trasformare la vacanza tanto aspettata o un importante viaggio d’affari in un autentico incubo. Per fortuna i passeggeri hanno dei diritti, anche se spesso le compagnie aeree (Alitalia, Easyjet, Ryanair, Blu express…) sembrano “dimenticarsene”.

Rimborso biglietto aereo per ritardo, per volo cancellato o per impossibilità di imbarco
Secondo il regolamento UE 261/2004, i passeggeri che si affidano al trasporto aereo per spostarsi hanno diritto a un risarcimento dalle compagnie aeree in caso di ritardo, cancellazione dei voli o impossibilità di imbarcarsi. La richiesta di rimborso biglietto aereo può essere effettuata entro tre anni dall’avvenuto disguido.

Nonostante l’effettiva responsabilità, le compagnie aeree di rato pagano volontariamente, spesso bisogna fare pressione sulla richiesta di risarcimento per vedersi rimborsato il costo del biglietto aereo e in casi particolari, anche qualcosa in più.

Per avvalersi del regolamento UE 261/2004, è necessario che la compagnia aerea scelta per il trasporto sia regolamentata dall’Unione Europea: con ciò si intende il caso in cui il passeggero parta da un qualsiasi aeroporto all’interno dell’Europa.

In base alla distanza del volo e l’ entità del ritardo si ha diritto a un risarcimento che per ogni passeggero potrebbe oscillare tra i 125 e 600 euro. Il regolamento UE prevede rimborsi dei biglietti aerei con tali linee guida:

i voli inferiori a 1.500 km con un ritardo di 2 ore o più hanno diritto a 250 euro di rimborso
i voli tra 1.500 km e 3.500 km con un ritardo di almeno 3 ore possono ricevere fino a 400 euro di rimborso
i voli di 3.500 chilometri o più e con un tempo di attesa di 4 ore di ritardo possono richiedere fino a 600 euro.

Inoltre,  i ritardi di durata superiore a 5 ore danno ai passeggeri la possibilità di recedere dal volo e di essere riportati alla loro destinazione originaria.

Tutti i passeggeri che stanno subendo un ritardo hanno diritto a ricevere assistenza gratuita dalla compagnia aerea: pasti, bevande, telefonate ed eventuali spese di trasporto o alloggio necessarie durante l’attesa.

Come fare richiesta di rimborso biglietto aereo volo cancellato o per ritardo
In primis, valutate bene se avete diritto al rimborso e calcolate l’entità del risarcimento. Online è disponibile il servizio flightright.it che garantisce assistenza legale con un indennizzo del rischio del costo: il portale gestirà solo le pratiche di richiesta rimborso biglietto aereo con altissime possibilità di risarcimento e soprattutto senza chiedere compensi all’utente ma trattenendo una percentuale del rimborso ottenuto.

Foto da flightright.it

Pubblicato da Anna De Simone il 5 settembre 2014