San Pietroburgo: temperatura e cosa vedere


San Pietroburgo

San Pietroburgo è la seconda città della Russia, ad oggi, per dimensioni ma anche per popolazione. Per splendore, dipende dai gusti, è una gara tra San Pietroburgo e Mosca, una gara all’ultimo scorcio e all’ultimo palazzo.
E’ stata fondata dallo zar Pietro il Grande che l’ha voluta sul delta della Neva e l’ha resa, lui e chi è arrivato dopo di lui, uno dei principali centri artistici e culturali d’Europa. Oggi questa città offre ai turisti un patrimonio storico e culturale di incredibile valore, oltre allo spettacolo delle notti bianche che è di indubbio fascino.



San Pietroburgo: Hermitage

Tra gli oltre 200 musei della città, senza dubbio emerge per fama, importanza e valore delle opere, e per dimensioni, il Museo dell’Hermitage.

Ospita una delle più importanti collezioni d’arte del mondo e anche come l’edificio, parte della reggia imperiale che per due secoli ospitò le famiglie degli zar Romanov, fino al 1917, è “un’opera d’arte” se non un importante pezzo di storia. Nelle sale dell’Hermitage incontriamo Caravaggio, Antonio Canova, Paul Cézanne, Leonardo da Vinci, Edgar Degas, Paul Gauguin, Henri Matisse, Claude Monet, Pablo Picasso, Pierre-Auguste Renoir, Rembrandt, Pieter Paul Rubens, Tiziano, Vincent Van Gogh, Diego Velázquez e molti altri.

San Pietroburgo

Chi adora i musei a San Pietroburgo può restare anche un mese senza annoiarsi perché da visitare ce ne sono molti. Il Museo Russo è dedicato specificamente all’arte russa, sempre arte ma di altro tipo è conservata al Museo Stieglitz, e poi ci sono alcuni appartamenti di pietroburghesi famosi trasformati in musei. Quello di Fëdor Dostoevskij è diventato ad esempio il Museo letterario memoriale Fëdor Michajlovič Dostoevskij, similmente la casa di Vladimir Nabokov è il Museo letterario Vladimir Nabokov.

 

San Pietroburgo: temperatura

Che a San Pietroburgo faccia freddo è ovvio e immaginabile, non sorprende, ma regna un clima continentale anche umido che presenta differenze notevoli di temperatura tra inverno e estate. In inverno si passa dai -10 gradi ai -4 da notte a giorno, in estate dai 12 ai 20.

 

San Pietroburgo

San Pietroburgo: cosa vedere

Se usciamo “vivi” dall’Hermitage, meglio prendere una boccata d’aria passeggiando per la città e ammirando i palazzi, di vari stili architettonici europei. Se ne possono riconoscere numerosi, quasi tutti quelli degli ultimi tre secoli, tanto che il centro storico di San Pietroburgo sembra un museo a cielo aperto ed è stato incluso nella lista dell’UNESCO dei Patrimoni dell’umanità.

E’ una città vivace, ogni anno la città ospita circa 100 festival e vari concorsi di arte e cultura. Tra le cose da vedere più originali c’è il museo privato di marionette, con oltre 2000 bambole, altre tappe più tradizionali sono la Cattedrale della Resurrezione, la Piazza del Palazzo con il Palazzo d’Inverno, la Prospettiva Nevskij, il palazzo della borsa e la sede dell’Università statale, ospitata nel Collegio dei dodici sull’Isola Vasilyevskij. In Piazza Dekabristov c’è il monumento a Pietro il Grande, interessanti sono anche Piazza delle Arti, il Castello degli ingegneri e la Sinagoga grande corale.

Nonostante il freddo, si possono visitare parchi e giardini, il più grande è quello di Sosnovka, con i suoi 240 ettari, ma il Giardino d’estate è il parco più antico, risalente ai primi anni del XVIII secolo, situato sulla riva meridionale del Neva a capo del Fontanka. Ospita molte sculture in marmo ma è famoso per le sue ringhiere di ghisa, anche.

San Pietroburgo

San Pietroburgo: meteo

Al di là delle temperature, il clima di San Pietroburgo è piuttosto rigido, soprattutto per chi arriva da un paese come l’Italia, decisamente mediterraneo e assolato. Non è però improponibile visitare questa città che, in inverno, ha un fascino davvero straordinario. La neve la rende magica e vale la pena di coprirsi bene, di battere ogni tanto i denti, ma di visitarla. Se siamo freddolosi, però, possiamo andarci d’estate fuggendo dalla calura delle nostre aree.

San Pietroburgo: voli

L’aeroporto di riferimento si trova a circa 15 km dalla città, è l’aeroporto di San Pietroburgo – Pulkovo, ed è servito da oltre 60 compagnie aeree. Ci sono voli nazionali e internazionali, da Milano ci vogliono circa 3 – 4 ore di volo, senza scalo, ma con scalo è possibile che si trovino più possibilità e prezzi migliori.

San Pietroburgo

San Pietroburgo: Notti Bianche

La posizione geografica particolare, regala a questa città situata sulla linea ideale del 60° parallelo nord, uno spettacolo che non è possibile replicare nemmeno con gli effetti speciali più moderni ed innovativi. Da fine maggio fino all’inizio di luglio, per circa 50 giorni, a San Pietroburgo vanno in scena giornate con 18 ore di sole, il 21 giugno è la giornata migliore se si vuole godere della Notte Bianca più lunga, circa dalle 4:30 alle 22:00.

Questa città è la sola metropoli, in tutto il mondo, dove possiamo assistere a tutto ciò, a delle ore in cui la luce inclinata ma sempre presente trasforma le facciate dei palazzi e le piazze. Pietro il Grande ha fondato la città in maggio e probabilmente la magia delle notti bianche lo hanno stregato, ancora oggi queste notti hanno un valore estetico ma anche simbolico, raccontano il risveglio dopo il rigido inverno. In questo periodo la città “festeggia” l’arrivo di giorni luminosi, riempiendo le vie per tutta la notte.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 22 febbraio 2018