Sciacca: cosa vedere


Sciacca

Sciacca, non le solite spiagge e il solito mare ma una meta per vacanze saporite ed autentiche che meritano e che sono perfette per chi è in cerca di vero relax e non per quella estate al mare che mette più stress dell’ufficio. O quasi. Sciacca profuma di salmastro e di vino, ci offre il suo mare limpido, ottima cucina e souvenir d’artigianato. Ha un’aria arabeggiante ma con molti tocchi anche barocchi, senza trascurare le sue parti moderne e la sua scena artistica attuale che si fa spazio richiamando in chiave moderna le tradizioni della regione. Chi è già stato in Sicilia o chi ci vive, sa bene che le vacanze in primavera in Sicilia sono da sogno, come quelle di Pasqua, comunque cada!



Centro storico di Sciacca

Il centro storico di Sciacca merita tante passeggiate e serate di divertimento, quindi fateci un salto più volte, non rimanete solo in spiaggia. Il salotto buono della cittadina è piazza Scandaliato dove di sera fa tappa la movida e di giorno si può sostare con un gelato o un libro.

Tra i locali più interessanti c’è il Murphy’s anche perché all’interno dello storico Palazzo Inveges, sulla piazzetta omonima. Un altro posticino dove trascorrere una serata godendosi il centro e un drink fresco è La Scalunata, lunga la scalinata di vicolo Gallo. Se si prosegue in salita si arriva alla Chiesa Madre dedicata alla Madonna del Soccorso, con la facciata incompleta che fa un effetto molto scenografico.

Nel quartiere di San Michele, considerato una sorta di casbah, ci sono molte viette e vari vicoli, le case sono tutte abbracciate al castello dei Conti Luna e anche in questo caso, gli scorci sono suggestivi, da paese d’altri tempi o, meglio ancora, senza tempo. Interessanti per chi ama osservare gli stili architettonici, la chiesa normanna del Carmine, con un raffinato rosone tardogotico, la chiesa di Santa Margherita, con stucchi trecenteschi, e il Palazzo Perollo con un particolare balcone in ferro battuto molto elegante.

Centro storico di Sciacca

Sciacca: porto

La zona del porto è certamente una delle più belle ed emozionanti, sia al tramonto, per i più romantici, sia all’alba per i mattinieri che avranno una vista esclusiva su Sciacca con tanto di pescatori che tornono dalla battuta notturna per vendere il pescato.

Ci sono piccoli bar di tradizione, frequentati dagli abitanti di Sciacca e molto vivaci, e c’è una meravigliosa scalinata decorata con maioliche in modo davvero prezioso. Ogni gradino, infatti, è stato realizzato da un ceramista diverso! Da vedere, anche, le grotte del Caricatore. Nel Medioevo questo intrico di cunicoli era il luogo dove venivano ammucchiate le granaglie, oggi è un labirinto da esplorare.

 

Sciacca: porto

Sciacca: spiagge

Il fatto che abbia descritto prima il centro non significa certo che a Sciacca non ci siano spiagge meritevoli, anzi, lo davo per scontato e per questo le racconto in seconda battuta. Eccole. A due passi dalla cittadina c’è una delle cinque spiagge più belle secondo la Guida Blu del Touring Club 2016, e tuttora molto bella, ve lo posso assicurare: è la spiaggia di Porto Palo a Menfi, una lunga distesa di sabbia bianca e sofficissima che si tuffa in un mare trasparente e azzurro.

Anche la spiaggia di San Marco è suggestiva, l’hanno scelta anche le tartarughe Caretta Caretta per deporvi le uova, andando invece verso Agrigento troviamo altre spiagge dorate. Basta passare oltre all’oasi protetta di Torre Salsa per avere l’imbarazzo della scelta su dove distendersi al sole e tuffarsi nel mare. Questa fila di spiaggette è meravigliosa: sabbia dorata, macchia mediterranea alle spalle, falesie di un bianco candido che fa contrasto con il mare blu cobalto.

I fan del Commissario Montalbano riconoceranno sicuramente la Scala dei Turchi, una scultura fatta dal mare e dal vento che compare nella serie TV.

Sciacca: shopping

Un po’ di sano shopping, tra il moderno di marca e l’artigianato, per non stare sempre e solo in spiaggia, è una ottima idea! Su Via Licata e Corso Vittorio Emanuele troviamo i classici negozi da shopping, eleganti e molto affollati, poco vicino, dietro l’angolo, ci sono le vie in cui fiorisce l’artigianato di eccellenza della cittadina e della regione.

Il corallo e la ceramica sono i due settori forti della tradizione di Sciacca e si trovano molte “botteghe” con gioielli e oggetti lavorati a mano, anelli, collane e spille, in corallo, soprammobili, vasi e ciotole di ogni dimensione, in ceramica.

Sciacca: shopping

Sciacca: dove dormire e mangiare

Se vogliamo una vacanza al mare di vero lusso, con il sapore della Sicilia e la sua vivacità ma anche i confort da vip, il posto che fa per noi è il “Verdura Resort”, immerso in una distesa di ulivi e con una bella e preziosa spiaggia privata. Nel resort si mangia ottimo pesce nel ristorante Amare ma anche in città non mancano i ristoranti di cucina tipica, da non perdere.

Uno di questi è l’Hostaria del Vicolo, con un menù da buongustai ricco di piatti tipici della cucina siciliana rivisitati dall’estro dello chef come la caponata con gamberi rosa al cioccolato di Modica. Per chi ama l’enogastronomia, tappa alle Cantine De Gregorio che organizza anche visite guidate tra le botti e cene romantiche, oltre che lezioni di cucina siciliana e voli in ultraleggero sopra i vigneti. Prima di lasciare Sciacca è obbligatorio assaggiare al Bar Roma, zona porto, una granita al limone dello “zio” Aurelio!

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 19 giugno 2018