Viaggiare con il social eating di Gnammo


social eating gnammo

Nel 2014 sono stati 37 mila gli eventi gastronomici, 300 mila le persone coinvolte come ospiti e oltre 7 mila gli chef amatoriali attivi in Italia. Il buon cibo mette d’accordo tutti tanto che quello enogastronomico è un fenomeno in continua espansione che toccherà cifre da record nel corso del 2016. Tra i trend del momento figura quello delle cene in casa tra sconosciuti dove un piatto sapientemente preparato farà da collante tra i commensali.

Ancora una volta il cibo diventa veicolo di innovazione, condivisione e sperimentazione: ne sa qualcosa Gnammo, il primo portale italiano dedicato al Social Eating che nasce per rispondere alla esigenze di chi ha voglia di conciliare cibo e buona compagnia.

Sulla piattaforma di Social Eating Gnammo possiamo distinguere due tipologie di utenti, da un lato chi ha voglia di fare nuove amicizie a tavola investendo un po’ di denaro e dall’altro chi vuole fare amicizia a tavola investendo un po’ di energia e risorse per preparare una deliziosa cena o pranzo.

Gli utenti che partecipano alla community di Social Eating Gnammo prendono il simpatico appellativo di Gnammers, quindi avremo due categorie di Gnammers:

  • Coloro che mettono a disposizione la propria casa e organizzano cena o pranzi.
  • Coloro che accettano di partecipare a cene o pranzi dietro il pagamento di una cifra necessaria a coprire le spese dell’evento organizzato dai padroni di casa.

Il Social Eating Gnammo incentiva la creazione di un circuito di location private dove turisti, viaggiatori e amanti del buon cibo possono deliziarsi con la cucina locale e fare nuove amicizie.

La piattaforma Gnammo è una forte alleata del Turismo enogastronomico, per capire il perché vi riportiamo un esempio.

Ipotizzate di essere in viaggio e di voler provare i piatti tipici della località che state visitando; grazie a Gnammo potete considerare la possibilità di farlo sedendovi a tavola con chi in quel luogo ci vive da sempre, quale occasione migliore per scoprire i sapori autentici di quella terra e apprezzare case e persone del luogo. E’ su questa base che nascono le special dinnerscene organizzate in scenari caratteristici dove oltre a godere di piatti tradizionali e la buona compagnia di gente del luogo, sarà possibile immergersi in scenari unici. Durante la cena, tra una curiosità sulle ricette tradizionali e l’altra, potrete farvi svelare dai padroni di casa quali sono le zone più caratteristiche e insolite da visitare… Ogni città ha i suoi luoghi nascosti, quelle perle incantevoli che non si trovano nelle guide turistiche e solo chi vive in determinati posti conosce.

Tra le Special Dinner da segnalare, cosa ne direste di una cena al tramonto in barca a vela, oppure su un’esclusiva terrazza con un’impareggiabile vista sul cupolone (la cupola si S. Pietro a Roma)? Queste saranno le mie prossime scelte culinarie sfruttando la piattaforma di Social Eating Gnammo! 

Ti potrebbero interessare anche i Viaggi artigiani con Italian Stories



Pubblicato da Anna De Simone il 19 novembre 2015