Viaggi artigiani con Italian Stories


viaggi artigiani

foto di Daniela Diletti

Viaggi artigiani con Italian Stories, una proposta perfetta per chi si trova a vagare senza meta valida nei tanti annunci sfarzosi ma poco realistici di vacanze in autunno “chissà dove e come”. Ecco una valida e interessante via da percorrere, un percorso non solo geografico ma sensoriale, culturale, artistico e anche, volendo, gastronomico, alla scoperta del made in Italy, non quello da etichetta ma quello creato da persona in carne ed ossa, e idee, quello da conoscere con Viaggi artigiani.



Italian Stories è una piattaforma online che mette in contatto artigiani artistici italiani con turisti e appassionati, perché i territori, soprattutto quelli che abbiamo a portata di mano, o di treno o auto, non si visitano, si vivono. L’autunno è la stagione perfetta per farlo senza ressa e con il clima giusto per non sudare.

Italian Stories: di cosa si tratta

Questa realtà che propone Viaggi artigiani è una sorta di marketplace di turismo culturale ed esperienziale che ci porta in pochi click nel bel mezzo del mondo della manifattura italiana. Tutto si basa su uno scambio tra persone, tra artigiani e viaggiatori, ciascuno con le proprie competenze e le proprie curiosità. Turisti che non si accontentano del mordi e fuggi, appassionati di mestieri antichi e di tradizione, esploratori di piccole cose e grandi conoscenze, sono tutti invitati a dare una occhiata a questa finestra che si spalanca su un Paese, il nostro, che ha tanto da raccontare.

Con Italian Stories e i suoi Viaggi artigiani finalmente si torna a parlare, e a pensare, in termini di turismo responsabile e allo stesso tempo 2.0 se non oltre, restituendo dignità alle tradizioni e rendendole appetibili anche alle nuove generazioni allergiche alla polvere che sa di antico.

viaggi artigiani

foto di Tommaso Cecchi De Rossi

Italian Stories: come funziona

Creata da due architetti, Eleonora Odorizzi e Andrea Miserocchi, questa start up ormai ben avviata, è frutto delle loro esperienza di progettazione e comunicazione rispettivamente in campo turistico e nel settore retail e alberghiero. Trovandosi ad approfondire il tema dell’artigianato, hanno pensato di creare e di lanciare l’idea di Italian Stories e i loro Viaggi artigiani hanno preso piede.

Il binomio turismo – artigianato, in Italia, è stata la carta vincente come il puntare sul valore unico al mondo dei nostri artigiani d’arte, orafi, ceramisti, cartai, sarti, cappellai, e chi più ne ha più ne metta, il nostro Paese ha una creatività e una operosità inesauribili. E che tutto il mondo ci invidia.

Ecco un altro motivo per dedicarsi a uno dei viaggi artigiani proposti, in autunno, per non accontentarsi, anzi, per concedersi una esperienza originale. Utilizzando i social media Italian Stories racconta la storia di tanti artigiani, promuovendoli e premiandoli in virtù del loro forte legame con il territorio, da turisti non abbiamo che da scegliere chi più ci incuriosisce e ci sembra promettere una vacanza appassionante e autentica. Tanto, si va sul sicuro, perché sono tutti selezionati e possiamo conoscerne la storia con pochi click sul sito, nella loro pagina con profilo e recensione.

viaggi artigiani

foto di Anna Romano

Italian Stories per condividere esperienze di vita

Non il prossimo ma questo, autunno, è il momento giusto per compiere uno dei viaggi artigiani di cui parliamo, perché l’artigianato e le antiche tradizioni popolari sono chiaramente “in via di estinzione” in certe zone. Italian Stories sta facendo la sua parte per valorizzarli al meglio ma noi dobbiamo aprire la mente e lasciarci conquistare dalle loro interessanti proposte legate ad una logica di condivisone in rete, dei saperi e dei mestieri, e di turismo “sano”, non da “pecoroni”.

In viaggio con Italian Stories

Chi parte per i viaggi artigiani può star certo che ha davanti una vacanza di interazione con le comunità locali che incontrerà nel percorso scelto, con almeno un laboratorio artigiano in cui ficcare il naso, per portarne a casa prodotti e immagini preziosi.

Tra le idee di Italian Stories ci sono intere giornate da trascorrere in veste di artigiano, sporcandosi le mani, durante un workshop, oppure visite in cui assistere alla produzione di manufatti di cui ci si è sempre chiesti l’origine. Sul sito possiamo esplorare in vista dell’autunno, le centinaia di attività disponibili, tutte individuate in base a severi parametri di ricerca in modo che ogni viaggiatore possa scegliere in base ai propri gusti, interessi e preferenze, senza preoccuparsi di altro.

Voi chi preferireste incontrare? Un preciso orafo o un operoso falegname? Che ne dite di un ebanista? Se più appassionati di moda, meglio un sarto ma non mancano anche fabbri, maestri cartai, scultori, vetrai sparsi in tutte le regioni e pronti a raccontare la propria arte del fare.

viaggi artigiani

foto di Denis Perera

L’autunno con Italian Stories

Senza volervi privare dell’emozione della sorpresa, qualche accenno a ciò che i viaggi artigiani ci riservano per le prossime settimane. Certo, sul sito, c’è poi tutta la libertà per scovare persone o luoghi che più sentiamo vicini, o lontani, dalle nostre inclinazioni.

A Settembre ed Ottobre, mentre c’è chi soffre e si lamenta per il ritorno al lavoro, noi possiamo cliccare e cercare dove trascorrere un weekend artigiano o un periodo più lungo, meglio per noi, immersi nel made in Italy autentico.

Ci sono incantevoli destinazioni dell’entroterra, dove sollazzarsi in un mare di tranquillità, benessere e natura: Umbria, Marche, Toscana e Abruzzo sono regioni perfette per compiere viaggi artigiani, ma anche Piemonte, Veneto, Puglia e Sicilia hanno proposte allettanti.

viaggi artigiani

foto di Annalisa Lever

Ecco qualche idea stuzzicante: a Caltagirone possiamo conoscere l’arte della decorazione della majolica mentre la quiete della Valle d’Aosta ci aspetta se vogliamo gustare in completo silenzio i suoi prodotti nostrani respirando aria pura. I colli toscani sono una miniera di esperienze saporite e affascinanti, anche e soprattutto in autunno, per non parlare delle potenzialità segrete dell’Abruzzo fatto di collina, campagna e ceramica.

Perché invece non conoscere meglio Gubbio nella versione “Medioevo”, tra eccellenze culinarie ed eccellenze artigiane? Più a sud, anche la Sicilia, oltre al mare, ci promette esperienze artigiane ancora poco note ma imperdibili, da raccontare al nostro ritorno a chi si è intristito in ufficio.

Ora non resta che scegliere tra i viaggi artigiani, quello che fa per noi, visitando il sito di Italian Stories.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Vi potrebbero interessare anche

Pubblicato da Marta Abbà il 2 settembre 2016