Vacanze in Corea del Sud: cosa sapere


Vacanze in Corea del Sud

Vacanze in Corea del Sud, per visitare la moderna Seoul ma non solo. Questo paese è anche ricco di posti che possono essere considerati mete turistiche da consigliare a chi ama immergersi nella natura oppure partire alla scoperta di civiltà antiche e culture lontane dalla nostra.



Vacanze in Corea del Sud: come arrivare

Per raggiungere la Corea del Sud è necessario volare fin là, si trovano delle offerte essendo Seoul anche uno scalo per numerosi voli internazionali. In particolare mi riferisco all’aeroporto Kimpo che è ufficialmente quello di Seoul anche se si trova a 63 km dalla capitale.

Se stiamo facendo un tour anche in altri Paesi vicini, possiamo arrivare dal Giappone e dalla Cina per continuare le vacanze in Corea del Sud atterrando a Pusan e a Jeju.

Chi opta per viaggi lenti e contemplativi, può anche scegliere la ferrovia Transmongolica da Ulan Baatar a Beijing, collegandosi così anche a Shangai: un tragitto lungo ma affascinante.  Con il Giappone ci sono anche collegamenti via treno e traghetto, oppure via cargo anche se solo per spericolati.

Vacanze in corea del sud: cosa vedere

A Seoul possiamo visitare diversi luoghi famosi, uno di essi è il Seaoul Westin Chosun. Un ristorante? Sì, ma speciale perché guarda verso un giardino che ospita il Tempio del Cielo con un tetto a pagoda. Si tratta di un tempio fatto costruire dal penultimo re della dinastia Choson nel 1897, per onorare i propri antenati secondo l’uso confuciano.

Avventurandosi nelle campagne si possono notare pali con appesi drappi colorati e piccoli idoli agli ingressi delle abitazioni incaricati di allontanare spiriti maligni. Tradizioni e credenze popolari, a cui dedicare parte delle vacanze in Corea del Sud raggiungendo il Korean Folk Village, un grande museo all’aperto che racconta la vita di una cittadina del passato, e l’isola di Cheju, con un museo folkloristico e di storia naturale.

Per gli amanti dell’arte, una meta imperdibile è la città di Kyongju, ex capitale del regno di Shilla fino al 935, oggi nota a che come la Firenze coreana. Possiamo poi scoprire i grandi tesori del Neolitico coreano custoditi nei sepolcri degli antichi re del Parco archeologico dei Tumuli.

Vacanze in Corea del Sud

Vacanze in Corea del Sud: cosa sapere

A Seoul oggi si può girare serenamente, è da considerarsi una città sicura e ordinata. Tutto l’anno tranne il 15 del mese perché è il momento in cui viene effettuata una simulazione di 35 minuti di un allarme aereo.

Con i turisti i coreani sono amichevoli e cortesi anche se riservati. Teniamo conto che in ideogrammi cinesi la Corea si chiama il “calma mattutina”. E’ la meta adatta a chi vuole viaggiare serenamente e scoprire l’architettura, la scultura e la pittura antica e come si differenziano dalle tradizioni di Giappone e Cina.

Vacanze in Corea del Sud scolastiche

Per delle lunghe vacanze scolastiche, di studio, in Corea del Sud, la meta migliore è Seoul. La città è moderna e allo stesso tempo con molte occasioni per entrare in contatto con il passato e la storia di tutto il Paese. Ci sono quartieri residenziali anche gradevolmente distribuiti fra colline verdissime e poi c’è il fiume Han che taglia in due la città.

Anche se le vacanze in Corea del Sud devono avere un taglio scolastico, è bene non tralasciare il lato più spirituale di un Paese che è in tutto il globo apprezzato per le sue tradizioni e per l’arte sciamanica che resiste nonostante l’arrivo di Confucianesimo, Buddismo e Cristianesimo

Vacanze in Corea del Sud

Vacanze in Corea del Sud per lavoro

Basta pensare che Seoul è tre volte più popolosa di Roma per capire da soli che è sempre la capitale il posto in cui stare, in Corea, se si è in viaggio per fare business. O, per lo meno, un passaggio da questa città così vivace, è d’obbligo, anche se si è diretti altrove.

Nelle sue strade si respira dinamismo, i coreani gareggiano con i giapponesi quanto a stakanovismo, ma non la domenica quando la città cambia veste, si mette in jeans e si rilassa. I suoi abitanti la imitano e passeggiano per le strade e nel verde, con negozi spesso chiusi.

C’è il mercato di Insa-dong dove fare acquisti e osservare ragazzi che improvvisano un samulnori, la danza dal ritmo tribale che spesso coinvolge anche il pubblico.

Vacanze in Corea del Sud

Vacanze in Corea del Sud: offerte

Le vacanze in Corea del Sud riescono a soddisfare i desideri sia di chi ama visitare città supertecnologiche, sia di chi preferisce scoprire l’arte del passato e le tradizioni appartenenti a civiltà lontane nel tempo e nello spazio. Anche chi ama la natura è bene che cerchi un’offerta per trascorrere le vacanze in Corea del Sud perché questo Paese ospita dei bei parchi di montagna dove praticare anche sci, trekking, e arrampicata.

Le offerte sono da cogliere al volo presso le agenzie come on line, facendo tesoro di quanto letto finora per capire dove dirigersi a seconda dei propri interessi.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 13 aprile 2017