Varigotti: come arrivare, mare e sentieri


Varigotti

Varigotti è una località balneare ligure, nota per le sue spiagge comode e frequentate soprattutto dalle famiglie, da molti milanesi che hanno la casa al mare ma anche da gruppi di giovani che desiderano fare qualche giorno di vita da spiaggia in una zona che non è “troppo notturna” come quella adriatica.



Arrivano anche parecchi stranieri a Varigotti e apprezzano la spiaggia ma anche la cucina e il paesaggio dell’entroterra a volte trascurato da noi italiani, forse più abituati o meno attenti.  Il paesino ha dei colori vivaci, è pittoresco, composto da edifici squadrati e intonacati con tinte contrastanti che rendono la cittadina simile ad un mosaico variopinto. Agli occhi di chi vive in città più grigie tutto ciò appare rilassante e divertente anche se per prima cosa i turisti che arrivano a Varigotti guardano alle spiagge.

Sono in effetti tra le migliori di questa parte di Liguria, famosa anche per aver dato i natali al regista cinematografico e televisivo Renato Castellani, al quale è intitolato il molo. Stando sul mare e andando verso Noli, si trova anche la spiaggia della Baia dei Saraceni che è una delle più ampie e suggestive spiagge libere della Liguria, circondata, quasi protetta, da pareti di roccia molto alte e da una macchia di natura selvaggia e mediterranea.

Varigotti

Varigotti: come arrivare

Nonostante sia facilmente raggiungibile, questo paesino è per ora rimasto tranquillo e ha mantenuto i suoi caratteri distintivi, originali e suggestivi, tra i più apprezzati della riviera ligure di Ponente. Per arrivare a Varigotti si esce dall’Autostrada A10 a Spotorno si prosegue superando Capo Noli con i suoi aguzzi speroni, e poi si accede al paese che conserva il suo spirito marinaro senza cedere al turismo di massa che lo trasformerebbe in una località squallida e senza personalità

Anche prima di arrivare in paese possiamo già sgranare gli occhi per osservare il bel panorama offerto dall’ultimo tratto di Aurelia, da Noli a Varigotti, denominato “il Malpasso”. Chi soffre l’auto non apprezzerà molto questo percorso perché ricavato alla base di alte e bianche scogliere, tutto a picco sul mare. Il panorama è senza dubbio meraviglioso e chi soffre di vertigine può stringere i denti e concentrarsi sull’orizzonte marino fino a quando non giunge in centro al paese, alla meta.

La spiaggia detta Baia dei Saraceni si vede già arrivando e si possono pregustare le giornate da trascorrere in riva al mare, si vede anche il promontorio di Punta Crena dominato da una torre di avvistamento. Si tratta di una riserva naturalistica e allo stesso tempo di un sito storico perché vi troviamo conservati i resti di un castello di epoca bizantina molto misteriosi e affascinanti.

Varigotti: come arrivare

Varigotti “borgo saraceno”

Se si va a leggere la storia di questo comune autonomo si capisce perché viene soprannominato borgo saraceno. Si scopre anche che un tempo era unito ad un altro comune, Final Pia, fino al 1927, per poi passare all’odierno Comune di Finale Ligure.

Il nome “saraceno” è però derivante da eventi accaduti di certo molto prima e che hanno lasciato il segno sulle facciate del centro, quelle variopinte che danno sulla spiaggia, i resti del castello sono invece di epoca medievale, del XV secolo. Anche la struttura della città, dal punto di vista urbanistico, richiama quelle arabe e saracene, è infatti un intrico disordinato di vicoli e piazzette su cui si affacciano le vecchie case in stile “mediterraneo”, troviamo anche case terrazzate ad un solo piano e altri edifici in stile più rurali, frequenti allontanandosi dalla spiaggia.

Varigotti “borgo saraceno"

Varigotti: mare

Restiamo vicino al mare, noi, perché chi arriva a Varigotti vuole stare soprattutto in spiaggia, prendendo posto nella Baia dei Saraceni, dove le acque sono tranquille, pulite e perfette per fare il bagno e rilassarsi. Il vento può disturbare, ogni tanto, ma è anche vero che spazza via il brutto tempo per garantirci giornate limpide.

Tutto il tratto di costa da Varigotti in poi offre molte spiagge e si possono esplorare tenendo come base questo Paese. Via via procedendo con il mare affianco si incontrano Finale Ligure, Pietra Ligure e Loano, prese molto più spesso d’assalto rispetto a Varigotti che fortunatamente è ancora sé stesso, colorato ma autentico. Le più belle spiagge della Liguria sono descritte nel nostro articolo dedicato, ci sarà anche Varigotti? Scopritelo QUI

Varigotti e i VIP

Ci sono vari personaggi famosi che hanno scelto questa località per trascorrere almeno parte delle loro vacanze, dicono che ci passino giornate al mare Michelle Hunziker, Luciana Littizzetto e Giacomo Poretti del trio Aldo, Giovanni e Giacomo. Ci sono le prove invece, che sia stata una località ispirante per celebri artisti del passato, per pittori e letterati come Cesare Pavese e Gina Lagorio.

Varigotti: eventi

Soprattutto in estate, ma anche in primavera avanzata, appena le temperature salgono e il vento cala, a Varigotti si tengono mercati e piccoli festival ma anche manifestazioni di tipo sportivo come la gara di nuoto non competitiva “Primo Miglio”, organizzata dall’associazione Varigotti Insieme, in agosto.

Per chi ama un altro genere di eventi e ha il fiato corto, nella vicina Finalborgo c’è “Viaggio nel Medioevo”, folcloristico, divertente, molto amato dai bambini che lo vivono come un carnevale estivo vista la presenza di spettacoli itineranti, animazioni medievali, falconieri, giostre di cavalieri, spettacoli di giocoleria e dimostrazioni di antichi mestieri.

Se ami il mare ligure puoi scoprirlo anche a Moneglia

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 25 luglio 2018