Viaggio a Gran Roque


Los Roques è un arcipelago immerso nel mar dei carabi, a 50 min circa di volo dall’ Aeroporto nazionale di Caracas. Un viaggio a Gran Roque è la meta ideale per gli amanti del diving ma anche per chi desidera semplicemente fuggire dall’inverno.

Per scoprire i segreti dell’arcipelago venezuelano bisogna andare in profondità dove si annidano nelle acque cristalline pappagalli, gorgonie, madrepore, tartarughe marine, cernie. Los Roques comprende circa 300 meraviglie naturali tra isole, isolotti e banchi corallini che sbucano appena dall’acqua e ci sprofondano per 1700 metri. L’unica isola abitata dell’arcipelago è Gran Roque.
Grazie alla biodiversità davvero unica,l’arcipelago è stato dichiarato Parco Nazionale nel 1972.
Le regole del parco sono severe e, nonostante gli oltre 80 mila visitatori all’anno, la natura è ancora incontaminata. Anche perché quasi metà dell’arcipelago non è visitabile. Qui vivono 61 specie di coralli, 280 di pesci, 200 di crostacei, 60 di spugne e 92 di uccelli.

Viaggio Gran Roque, come arrivare
Puoi approfittare di diversi voli low cost messi a disposizione da diverse compagnie aeree.
Un Volo da Milano Linate oppure da Roma Fiumicino a Caracas con scalo a Madrid costa circa 600 euro con la compagnia Iberia. Tra le compagnie che collegano la capitale venezuelana a Los Roques c’è Aerotuy.

Viaggio Gran Roque, informazioni utili
Per recarsi a  Los Roques è necessario il passaporto valido per almeno sei mesi. La lingua ufficiale è lo spegnolo e la moneta è il bolivar venezuelano. Per chi viaggia dall’Italia ci sono  5 ore e 30 minuti in meno (6 ore e 30 quando vige l’ora legale).
Esistono anche dei tour giornalieri con partenza da Caracas per chi non può permettersi per questioni economiche o legate alle tempistiche di trascorrere più giorni a Los Roques. Sono caratterizzati da un volo con partenza all’alba, escursione a Gran Roque e rientro con volo nel tardo pomeriggio.
Per il pernottamento ci sono pochissime strutture: Villa e Posada Caracol, Posada Mediterraneo, Posada La Cigala.
Tutte organizzano  escursioni per immersioni, pesca sportiva e tour ecologici alla scoperta delle isole più remote.

Purtroppo questa meravigliosa isola è divenuta tristemente famosa per i numerosi aerei scomparsi mentre percorrevano la tratta Gran Roque-Caracas. Le ragioni sono ancora ignote, l’unica supposizione più valida è che gli aerei vengono dirottati da Narcotrafficanti del luogo per il trasporto della droga.

Pubblicato da Anna De Simone il 30 gennaio 2013