Visitare Napoli



“Vedi Napoli e poi muori”, è un detto conosciutissimo che sintetizza l’anima di Napoli, dopo averla conosciuta potrai dar ragione a questo detto antico.

Napoli è una città che si ama e si odia e lo sanno bene i napoletani, sempre tentati di andare via ma senza mai trovare il coraggio di farlo per sempre. Per il turista non è un problema, può visitarla e lasciarla con leggerezza. A patto che non sia la città a sedurlo!
Se vuoi visitare Napoli vale la pena correre il rischio…..Non dimenticare che Napoli nacque da una sirena, Partenope, venuta a vivere il proprio amore in questo “Paradiso abitato da diavoli”.

Visitare Napoli, come muoversi
Prima di tutto abbandona l’auto: anche se arrivi a Napoli in auto lasciala nel parcheggio dell’hotel o in qualche parcheggio convenzionato e dimenticatela fino al giorno del ritorno. L’uso dell’auto è consigliabile per le visite fuori città o per recarsi in costiera.Il traffico, smog, clacson che suonano senza sosta, una certa libertà nel rispetto delle regole, rendono la guida in città un’attività adatta solo ai napoletani ben allenati.

Ma non preoccuparti, puoi visitare la città tranquillamente a piedi: anche se il centro storico è molto grande, tutte le zone turistiche più importanti sono facilmente raggiungibili. Basta stare comodi. In alternativa puoi usufruire dei mezzi pubblici che sono piuttosto efficienti.

Visitare Napoli, i luoghi
Non c’è nulla di più suggestivo che passeggiare nel centro antico di Napoli visitando le chiese e i monumenti più rappresentativi tra piazze, castelli e palazzi reali che affacciano sul lungo mare. Qui potrai ammirare anche gli edifici simbolo della rivoluzione culturale del 700 napoletano.

  • Il Museo di Capodimonte è uno degli spazi verdi più belli di tutta Napoli. Il Museo raccoglie alcune opere di grandissimi maestri della pittura, come Botticelli, Goya, Tiziano e Caravaggio. Passeggiando per le ampie sale del palazzo, arredate come se la famiglia borbonica fosse uscita di casa un attimo prima del tuo ingresso, puoi ammirare la collezione farnese e la collezione napoletana.
  • Museo Archeologico Nazionale rappresenta uno dei primi musei costituiti in Europa in un monumentale palazzo seicentesco tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento. Con grosso orgoglio dei napoletani, può vantare il più ricco e pregevole patrimonio di opere d’arte e manufatti di interesse archeologico in Italia.
  • Il Castel dell’Ovo, situato nella zona di via Caracciolo, spicca maestoso sull’antico Isolotto di Megaride. Una delle più bizzarre leggende napoletane attribuisce il nome del castello all’uovo che Virgilio avrebbe tenuto nascosto in una gabbia posta nei sotterranei. L’uovo fu difeso perché da esso dipendeva la buona sorte del Castello e di Tutta Napoli.

Visitare Napoli, consigli utili
Gli episodi di cronaca nera, raramente riguardano i turisti in quanto si tratta di luoghi che non interessano i luoghi turistici. Tuttavia bisogna stare attenti a scippi, truffe e imbrogli vari, che si possono evitare seguendo questi semplici consigli. I ladri napoletani hanno la capacità do fiutare le prede che facilmente abboccano.

  • Se hai un orologio di valore lascialo a casa o nella cassaforte dell’hotel. Non andare in giro con la macchina fotografica penzolante al collo, in attesa che passi qualcuno sul motorino e te la porti via.
  • Attento ai borseggiatori che operano nei luoghi affollati e negli autobus frequentati dai turisti. Non portare portafogli e soldi nella tasca posteriore dei pantaloni, ma davanti o nella tasca interna della giacca o del giubbino. I ladruncoli che rubano negli autobus e nelle metro affollate sono degli insospettabili signori ben vestiti.
  • Attenzione al gioco delle campane o delle tre carte, si tratta del il cosiddetto “Pacco”. Nelle zone di arrivo dei turisti, soprattutto di fronte al porto e nei pressi della Stazione Centrale, ci sono gruppetti di persone che fanno finta di giocare alle tre carte su tavolini improvvisati. Sono tutti complici!”Uno di loro farà finta di aver vinto molti soldi per incuriosirti e farti avvicinare al tavolo, dove con molto insistenza ti chiederanno di puntare dei soldi che puntualmente perderai.
  • Se mentre passeggi qualcuno ti chiederà di comprare per una cifra ridicola l’ultimo modello di cellulare o qualsiasi altro oggetto elettronico di valore, desisti! Quello che ha in mano il truffatore è vero ma  quello che ti ritroverai nel pacco è un mattone, al massimo una brutta copia fatta in legno e dipinta bene.

Con le dovute precauzioni dunque potrai visitare Napoli e godere di tutte le sue straordinarie bellezze,

Pubblicato da Anna De Simone il 29 gennaio 2013