Visitare Casertavecchia


Chi si reca in Campania per visitare il Parco della Reggia di Caserta, non può rinunciare a godere delle bellezze offerta da Casertavecchia. Casertavecchia è una frazione di Caserta, un borgo medievale che sorge alle pendici dei monti Tifatini. L’intero borgo di Casertavecchia è stato dichiarato “Monumento nazionale” grazie alle sue caratteristiche artistiche e alla sua storia.

Chi si trova a fare visita alla più famosa Reggia di Caserta, può (anzi, dovrebbe!) approfittare di Casertavecchia per un picnic all’aperto e una passeggiata tra bellissimi scorci medievali. Dal borgo di Casertavecchia si può godere di uno splendido panorama, dall’alto di 450 metri si può osservare l’intero casertano e volgere lo sguardo fino al Golfo di Napoli.

Il periodo migliore per visitare Casertavecchia è Settembre, in questo mese il borgo si riempie di attività e spettacoli per l’evento “Settembre al Borgo”. Chi visita Casertavecchia dovrà prestare particolare attenzione alla Cattedrale, particolarmente amata dai fan del turismo culturale e architettonico: la Cattedrale è l’incarnazione dell’architettura composita arabo-normanna.

A sovrastare il borgo ci sono le rovine dell’antico Castello con il mastio ancora intatto. La visita di Casertavecchia può iniziare con la piccola Cappella di san Rocco, con la sua lapide datata almeno quattrocento anni fa. Gli interni sono ridottissimi ma c’è abbastanza spazio da contenere affreschi del 1600 e del 1700. Dalla Cappella di san Rocco si può proseguire per i borghi di Sommana, Pozzovetere e Casola che con Casertavecchia vanno a formare il Quartiere di Casertavecchia.

L’itinerario della visita di Casertavecchia può essere così descritto:

  • dalla Cappella di san Rocco si raggiunge, rigorosamente a piedi, il Castello. Salendo si osserva sulla destra il Castello e sulla sinistra la pianura casertana, il grande Vesuvio e le isole del Golfo sullo sfondo.
  • proseguendo verso Via dell’Annunziata ci si troverà di fronte l’omonimo Complesso monumentale al quale segue il lato destro della Cattedrale. La Cattedrale, realizzata in pietra dolce a due colori, di base ottagonale e con archi intrecciati, è il perfetto connubio tra arte sicula e campana. La Cattedrale presenta delle rifiniture in marmo, a partire dalle finestre e dalle porte. L’interno è a tre navate e qui possono essere osservate lapidi e sepolcri vescovili.

Visitare Casertavecchia, consigli

  • Indossate scarpe comode
  • Indossate abiti in cotone e freschi
  • Concedetevi una pausa dalla dieta: i ristoranti propongono un’ottima cucina locale che merita di essere assaporata!
  • Visitate il negozio di artigianato posto all’angolo appena alle spalle del Castello.

Foto e testi di Anna De Simone

Pubblicato da Anna De Simone il 20 ottobre 2013