Visitare Ferrara


Ferrara è una bellissima località situata nel cuore della bassa pianura emiliana; vanta un titolo senza dubbio prestigioso: viene definita dagli studiosi la prima città moderna di tutto il Vecchio Continente. A Ferrara si respira un’atmosfera medievale, bellissimo è il suo castello che domina nel centro della città con le sue quattro torri, simbolo e testimonianza dell’orgoglio della corte Estense, una delle corti più sfarzose e ricche del Rinascimento italiano. Tantissime sono le attrazioni che potrete visitare a Ferrara, ecco alcuni luoghi imperdibili che meritano di essere visitati.

Visitare Ferrara, le attrazioni

  • Casa di Ariosto è la casa in cui il poeta ha negli ultimi anni della sua vita, dove si è dedicato alla definitiva versione della sua opera più famosa.
  • Sono moltissime le costruzioni religiose degne di nota nella città di Ferrara. La più interessante è la Cattedrale della prima metà del 1100 con la sua facciata d’immensa bellezza e l’affresco che copre tutta la volta dell’abside chiamato il Giudizio Universale opera di Bastianino.
  • Il Castello Estense domina il centro della città; fu realizzato dall’architetto della corte estense Bartolino da Novara. Per molto tempo è stata una macchina militare divenuto poi una dimora signorile. Da vedere le prigioni nei sotterranei, le cucine a piano terra volute dal duca Alfonso I, la loggia e il giardino degli Aranci.
  • Il ghetto di Ferrara è la zona della città dove risiede la comunità ebraica. Si tratta di un’area istituita nella prima metà del 1600 dal governo pontificio nella zona che comprendeva le attuali via Mazzini, via Vignatagliata e via Vittoria. Da Vedere in via Mazzini al civico 95 l’edificio delle Sinagoghe.
  • Museo del Ghetto di Ferrara ricostruisce la storia della Comunità Ebraica dal ‘300 a oggi,
  • Palazzo dei diamanti fu realizzato a fine 1400 e prende il nome dai diamanti che si trovano sul bugnato marmoreo. All’interno di questo bellissimo edificio si trova la Galleria Civica di Arte Moderna.

Pubblicato da Anna De Simone il 14 ottobre 2013