Visitare il Salento


La penisola salentina, che si estende per tutta la provincia di Lecce, per gran parte della provincia di Brindisi e per una minima parte della provincia di Taranto, racchiude quella zona della Puglia comprendente il mar Ionio a ovest e il mar Adriatico a est; un territorio che include ben 97 paesi e 39 piccole frazioni immerse nella vegetazione, tra uliveti secolari e vigne. Visitare il Salento significa visitare centri storici di grande bellezza, le spiagge incantevoli e all’avanguardia, le grotte carsiche, i luoghi naturali, i parchi, le costruzioni rurali come pajari e trulli.

Come raggiungere il Salento
La penisola può essere raggiunta in auto, in treno o in aereo; se amate viaggiare su quattro ruote dovete seguire l’indicazione Brindisi-Lecce, e una volta raggiunto il capoluogo seguire per la destinazione prescelta. In treno il punto di riferimento è la stazione di Lecce, da cui è possibile collegarsi alle principali città tramite treno o bus navetta. In aereo è possibile atterrare all’Aeroporto di Brindisi, collegato a Lecce tramite bus.

Visitare il Salento, le città

  • Lecce è una città caratterizzata da chiese, monumenti, abitazioni private e guglie barocche; da ammirare ci sono: la piazza Sant’Oronzo, la Chiesa di Santa Croce, l’anfiteatro romano datato II secolo, la villa comunale con il suo bel giardino, il Duomo situato nell’omonima piazza, il castello di Carlo V voluto dallo stesso re nella prima metà del 1500, la Pinacoteca e le molte chiese che costellano la città.
  • Gallipoli, considerata la perla del Salento, può essere divisa in due aree: la città vecchia e il borgo nuovo. La parte antica della città è adagiata su un’isola collegata alla terra ferma da un ponte di grande bellezza, in muratura e con tanti archi. Le strutture turistiche, gli edifici moderni si trovano invece nel borgo nuovo. Capo di Leuca rappresenta un luogo molto interessante da un punto di vista architettonico. Tra le ville si nomina anche Villa Episcopo, chiamata La Pagoda cinese, Villa Daniele – Romasi in stile moresco, Villa Maruccia con i suoi colori rosso-mattone e la neogotica Villa Mellacqua.
  • Ostuni è considerato uno dei più bei borghi d’Italia

Visitare il Salento, le spiagge
Il Salento presenta litorali imperdibili, con scogliere a picco sul mare, spiagge sabbiose e ampie e acqua cristallina. Tante sono le spiagge degne di nota in questa zona: Porto Cesareo, Ugento, Campomarino, Pulsano, Torre dell’Orso, Lizzano, Gallipoli, Santa Maria di Leuca, Otranto e Ostuni. Anche le spiagge rocciose meritano di essere visitate, come quelle di Castro, Porto Badisco e Santa Cesarea Terme.

Visitare il Salento, la natura

  • Le grotte carsiche presenti in Puglia si trovano sulla costa orientale e partono da Santa Maria di Leuca fino a Punta Palascia, in provincia di Otranto: la grotta più significativa è Zinzulusa
  • Una volta raggiunto il Salento non si può non visitare la bella Oasi dei Laghi Alimini, un paradiso naturale in cui si trovano specie differenti di animali e vegetali.
  • Numerosi sono i parchi che si possono ammirare nel Salento: si va dal Parco delle Cesine al parco di Porto Selvaggio e la Palude del Capitano,senza dimenticare il Parco Costa Otranto situato nella zona vicino a Punta Palascia
  • Anche se i trulli più famosi si trovano adAlborello, in provincia di Bari, anche nella zona del Salento ci sono queste particolari costruzioni in pietra a secco, tipica architettura rurale pugliese. Oltre ai trulli in questa zona si trovano i pajari, costruzioni molto simili, costruiti con pietre ricavate dei territorio adiacenti.

Pubblicato da Anna De Simone il 22 dicembre 2013