Visitare Istanbul: 10 cose da non perdere


visitare istanbul

Se stai per visitare Istanbul, ecco 10 cose da vedere e assolutamente da non perdere durante il tuo soggiorno turco. Sicurezza e consigli ai viaggiatori.

Visitare Istanbul è pericoloso?

Diciamo subito che le zone pericolose della Turchia sono quelle a sud-est del Paese, vale a dire le località confinanti con la Siria, l’Iraq, l’Iran, l’Armenia e la Georgia.

Per quanto riguarda Istanbul, a fine luglio 2015, le Autorità turche hanno diramato uno stato di allerta per possibili attentati diretti contro la rete metropolitana di Istanbul. Le fermate con maggiore affluenza sono Taksim, Osmabey, Haciosman e Yenikapi. Le stesse autorità raccomandano di esercitare prudenza in tutto il Paese, soprattutto nei luoghi di maggior affluenza turistica evitando, se possibile, luoghi affollati e assembramenti. Nonostante l’allerta delle Autorità si suppone che Istanbul possa salire sul podio delle città più visitate al mondo del 2016.

A causa dell’alto livello di criminalità, il viaggiatore che si reca a Istanbul è tenuto a prestare molta attenzione sia ai borseggiatori sia alle truffe a danno di turisti. Affidatevi solo a guide autorizzate e certificate.

Consigli vari:
– evita i taxi o concordate in anticipo strada da percorrere e tariffe.

– Non prendere parte a Tour guidati organizzati da guide sconosciute, potrebbero essere shopping tour, il che vuol dire che ti perderai un giorno di visita alle vere attrazioni turistiche di Istanbul per entrare e uscire da negozi e luoghi dubbi.

– Ricorda che la Turchia non è parte dell’Unione Europea, pertanto ti consiglio di stipulare un’assicurazione medica ad hoc. Non sottovalutare questa opportunità anche se sei in perfetta salute; parlo per esperienza diretta: sono finita al pronto soccorso turco per un’intossicazione alimentare (eppure alloggiavo in un Hotel a 5 stelle!) e per una breve visita mi sono state richieste 480 € e se non avessi pagato, l’ospedale non mi avrebbe rilasciato il documento di idoneità al volo per il rimpatrio.

Cosa visitare a Istanbul, le cose da non perdere

Old Town, la città vecchia
La città vecchia id Istanbul è patrimonio mondiale dell’UNESCO, tuttavia ti consiglio di concentrarti nella più moderna zona di Galata.

La Moschea Blu
E’ il simbolo di Istanbul, la Moschea del Sultano Ahmed, meglio conosciuta come Moschea Blu per i suoi famosi mosaici che richiamano tale colore. La Moschea è in piena attività, la visiti è un’occasione per respirare l’aria di preghiera musulmana. Ti ricordo che i musulmani pregano 5 volte al giorno, per verificare se la Moschea è occupata per una preghiera (in tempo reale), visitate questo sito. Prima di entrare nella Moschea le donne devono coprire il capo (un copricapo è disponibile gratis all’ingresso) e tutti devono togliere le scarpe

Hogia Sophia
Realizzata in soli 6 anni nel corso del sesto secolo d.C., è una cattedrale cristiana ortodossa che di recente è stata trasformata in un museo dai magnifici giardini.

Crociera sul Bosforo
Lo stretto del Bosforo collega il Mar Nero a nord con il Mar Mediterraneo agendo come confine naturale tra l’Europa e l’Asia, quindi tra la parte occidentale della Turchia e la parte asiatica. Ho sfruttata un tour privato con la Turkish Airlines per 2 ore di navigazione a partire dalle 19:30. Ti consiglio di portare con te una giacca, anche se viaggi tra maggio e giugno, potrebbe fare freschetto dopo il tramonto del sole.

Shopping al mercato delle spezie
Il Bazar delle Spezie è il mercato egiziano che si trova nella vecchia città, nei pressi del ponte di Galata. Molto suggestivo: un lungo corridoio ricco di stand gastronomici su entrambi i lati.

Il Gran Bazar
Il Gran Bazar di Istanbul è uno dei più grandi mercati al coperto del mondo. 60 strade, 5.000 negozi e un’affluenza che vede dai 250 mila ai 400 mila visitatori al giorno. Per maggiori informazioni ti rimando al sito ufficiale.

Torre di Galata
Una torre di 67 piedi che risale al 1348 d.C.. Si tratta dell’edificio più alto di Istanbul e offre una vista panoramica a 360° sull’intera città. L’ingresso costa 25 lire turche, circa 8 euro.

Dal Viale Istiklal a Piazza Taksim
A pochi isolati dalla Torre di Galata, l’Istiklal Caddesi è una strada che offre diverse opportunità per i turisti. Conduce fino a Piazza Taksim e si può percorrere sia in tram, sia a piedi.

Bagno turco tradizionale
La vacanza a Istanbul è l’ideale per visitare un tradizionale bagno turco! Al prezzo di 120 lire turche (circa 40 euro) è possibile accedere alla splendida Kili Cali Pasa Hamami.

Basilic Cistern
Un luogo estremamente suggestivo e da non perdere. Il prezzo d’ingresso costa 20 lire (circa 6 euro). Per tutte le informazioni ti rimando al sito ufficiale.

Il Palazzo Topkapi e Harem
Tra le cose da vedere a Istanbul proprio non può mancare Topkapi Sarayi Muzesi. L’accesso agli Harem Apartments, i luoghi privati dei sultani ottomani, si paga a parte con circa 5 euro mentre l’ingresso il costo dell’ingresso al Palazzo Topkapi è di circa 10 euro.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 8 agosto 2015