Visitare Malta, i luoghi da non perdere



A metà strada tra l’Europa e l’Africa sorge Malta, un’isola che vanta oltre a spiagge idilliache, rovine dei templi antichi, monumenti, roccaforti, fortezze e tantissime bellezze naturali. Parlare di Malta come un’isola a se stante è un errore: in realtà la repubblica maltese è un arcipelago che comprende anche le piccole isole di Gozo, Comino, Cominotto e Filfla.


La Valletta, capitale di Malta, è stata considerata patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco per via dei numerosi musei, dei monumenti importanti e dalla sua posizione su una baia naturale che la rende uno dei porti naturali più belli di tutta Europa.

Sliema e St Julian’s
Sliema è una località sul mare che attrae molti turisti. Musiche dal vivo, discoteche per ogni genere di musica possibile (dalla salsa al rock duro), ristoranti, hotel, pub, cinema e bowling, oltre a un grande centro commerciale.

Ipogeo di Hal Saflieni
È una necropoli sotterranea del 3600 a.C – 3000 a.C. che sorge nelle vicinanze di Cospicua, a sud della capitale maltese di La Valletta, dove furono rinvenuti più di settemila corpi.

Tempio di Hagar Qim e Tempio di Mnajdra
Di fronte al piccolo isolotto di Filfla sorgono i tempi di di Hagar Qim e di Mnajdra, suggestivi esempi di templi megalitici preistorici che si affacciano sul mare. Si tratta dei siti antichi meglio conservati di tutta l’isola e la loro visione è raccomandata al tramonto, quando i raggi del sole colorati si riflettono sulle pietre.

Gozo
Non si può dimenticare di visitare Gozo, l’isolotto più grande della Repubblica, dopo Malta. La visita potrebbe essere in giornata, ma questo impedirebbe di scoprire i tesori che questo isolotto offre, per cui è bene ricordarsi di concedere almeno qualche giorno nell’agenda di viaggio da dedicare a Gozo.

Comino
Baie cristalline, luoghi ideali per gli appassionati di vela e panorami da favola sono gli ingredienti principali che si possono ammirare a Comino, l’isola minore dell’arcipelago.

Pubblicato da Anna De Simone il 2 aprile 2014