Avignone e dintorni: cosa visitare


Avignone e dintorni

Avignone e dintorni sono un’ottima meta per chi ama la Francia e la Provenza in particolare, con i suoi profumi e i suoi sapori, il clima e i dolci colori della natura e delle città storiche, proprio come Avignone che è da considerare a pieno titolo la “capitale” della regione.



La sua cinta muraria protegge edifici e opere realizzate anche ma non solo, in quel quasi intero secolo in cui la città è stata sede papale, fino allo scisma del 1377. Oggi, sempre affacciata sul Rodano, offre delle meravigliose viuzze in cui passeggiare, nasconde hôtels particuliers davvero splendidi e conserva molti ricordi e monumenti risalenti al suo passato da sede papale, nel meraviglioso Palazzo dei Papi.

Avignone e dintorni: cosa visitare

Una occhiata ai suoi 4 km di mura, con tanto di 39 torri e 7 porte, e poi dritti a visitare il celebre e sfarzoso Palazzo dei Papi, il più grande palazzo gotico d’Europa. Ci si può anche affidare ad una guida o ad una audioguida per farsi meglio una idea di come si vivesse, un tempo, in questa residenza del trecento con oltre 25 stanze tra cui quella di ricevimento e le tante cappelle. Da non perdere gli affreschi degli appartamenti privati del Papa.

Ad Avignone e dintorni non c’è solo questo palazzo, si può proseguire la visita lungo la Promenade des Papes che dalla cattedrale porta ai giardini Verger d’Urbain V dove un tempo vivevano anche animali esotici. Un’altra “rue” da percorrere è la Rue Banasterie che dalla rocca dei Doms ci conduce ad un piccolo quartiere detto “dei Banastiers” che sono gli artigiani del vimine. Gli hôtels particuliers sono in Rue Joseph-Vernet mentre in Rue des Teintures troviamo case con l’entrata composta da ruote a pala e passerelle.

Girando per Avignone e dintorni impossibile non passare per Place de l’Horologe e Place di Palais e almeno davanti alla Cattedrale Notre-Dame-des-Doms, l’edificio religioso più antico in città. Per chi ama l’arte pittorica, c’è il Museo Anglandon con opere anche di Degas, Daumier, Manet, Sisley, Van Gogh, Cezanne, Picasso, Foujita e Modigliani. 

Avignone e dintorni

Avignone e dintorni: agriturismi

La Provenza è una magnifica regione, piuttosto gettonata, per cui non è scontato trovare posto per dormire, soprattutto in agriturismo, visto che ce ne sono di magnifici, soprattutto nei mesi di luglio e agosto quando si svolge il Festival di Avignone, giorni e giorni di spettacoli teatrali, musicali e con artisti di strada.

Andare in Avignone e dintorni in agriturismo è un ottimo modo però anche per godere degli splendidi panorami immergendovisi e per gustare buon vino magari della casa, scegliendo una sistemazione nella regione vinicola della Côte du Rhône. Tra le strutture consigliate ci sono L’îlot bambou (3 Chemin des Tennis) e la Maison Boussingault (39 Rue Boussingault).

Avignone e dintorni

Avignone e dintorni: campeggi

É una zona ben servita per chi ama i campeggi come gran parte della Francia, in effetti. Vicino ad Avignone ci sono vari indirizzi in cui cercare un posto, tra cui il Camping du Pont d’Avignon, il Camping Bagatelle Le Pavillon Bleu, quello Les 2 Rhône e il Parc des Libertés

Avignone e dintorni: hotel

Vivace ma allo stesso tempo sicura e tranquilla, questa città, dintorni compresi, è ideale per viaggi in coppie o in famiglia, gli hotel non mancano e sono nella maggior parte dei casi strutture di buon livello, dignitose e ben tenute. Ce ne sono sia in pieno centro sia fuori delle mura, sia anche al di là del fiume Rodano.

Avignone e dintorni: mappa

Avignone e dintorni

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 1 febbraio 2018