Bici ad Amsterdam: noleggio e parcheggio


Bici ad Amsterdam

Bici ad Amsterdam, la città delle biciclette per definizione e per tradizione. Molte ormai, per fortuna, hanno seguito le sue orme ma questa metropoli è e resta la città delle due ruote. Chi c’è già stato sa di certo che per strada comandano loro, i pedoni passano in secondo piano e girare in bici ad Amsterdam è uno dei migliori modi per spostarsi. Sia da turisti, sia da cittadini.



Bici ad Amsterdam: noleggio

Non è necessario arrivare ad Amsterdam in bicicletta o portarsela dietro, è facile e piuttosto conveniente noleggiarne una e non è certo una impresa trovare chi propone un mezzo a due ruote per un tour. C’è l’imbarazzo della scelta ed è bene non cascare subito nella prima proposta ma vagliarne almeno un paio con un occhio ai prezzi che girano, di cui si parla fra qualche paragrafo.

Una volta noleggiata la bici ad Amsterdam, stiamo attenti a rispettare le regole del gioco per non essere visti come “i soliti turisti imbranati” o, peggio ancora, maleducati.  Per le strade è meglio rispettare l’andatura corretta, senza ostacolare gli altri, e usare sempre le piste ciclabili che in questa città sono realmente riservate a chi è in bicicletta.

Se siamo ad Amsterdam con dei bimbi piccoli, non ci troviamo costretti a rinunciare al giro in bicicletta perché esistono le bakfiets, biciclette con un compartimento di legno in cui si possono sedere i bambini.

Bici ad Amsterdam

Bici ad Amsterdam: parcheggio

Se vai alla Stazione Centrale di Amsterdam, puoi parcheggiare la bicicletta nell’apposito spazio. Il parcheggio per biciclette è unico al mondo, con una capacità di ben 7000 unità.

Bici ad Amsterdam: prezzi

Dipendono dalla durata e anche dal numero e dal tipo di biciclette che vogliamo noleggiare. In bici ad Amsterdam si possono passare anche tutti i giorni in giro, perché è comodo sia per mete vicine che per mete lontane, nei dintorni della città. C’è anche però chi preferisce fare solo un giorno in sella alla bici e poi girare a piedi.

Il minimo di noleggio di solito è di 3 ore, e la tariffa sarà la più svantaggiosa, ovvio, sono le leggi del mercato. Se ci viene offerta un’assicurazione contro i furti, opzionale, valutiamo dove dobbiamo andare e quanto tempo prevediamo di lasciare la bicicletta legata. Ci sono dei noleggiatori che fanno uno sconto del 25% se si è in possesso della “I amsterdam City Card”, un acquisto da valutare se questa card da altri benefici ad esempio in musei e ristoranti, che possono essere per noi interessanti.

Bici ad Amsterdam

Bici ad Amsterdam Tour

La bici ad Amsterdam è un’ottima compagna di viaggio, per qualsiasi meta noi vogliamo raggiungere ma serve anche per girare, come passeggiando, ma più agevolmente.

Lungo i canali, di solito, con uno zig zag tra i più centrali e quelli meno, attraversando ponti e anche il parco pubblico Vondelpark per arrivare al Museo Van Gogh. E’ una delle mete che i viaggiatori amanti dell’arte non mancano di raggiungere e in bici è comodo. Anche il mercato Albert Cuyp è un luogo della città molto vivo e autentico.

Ci sono dei tour anche organizzati in bici ad Amsterdam a cui ci si iscrive on line o nel negozio di noleggio dei mezzi, spesso sono di gruppo e ci si trova a girare in massa per la città scegliendo zona, oppure un tema, anche fuori città.

Tra i percorsi meno classici c’è quello che passa per Oostelijke Handelskade, Rietlanden, Entrepot, Borneo-Eiland, KNSM Eiland e Java Eiland attraversando il quartiere degli Eastern Docklands per scoprire la moderna architettura della città. Oppure il tour in bici ad Amsterdam nella zona conosciuta come Waterland, appena fuori, tra mulini e paesaggi caratteristici verso Broek, De Oeverlandroute, IJdoornlaan, ponte Sluice, Buiksloot, Florapark, canale Willemsluizen e porto di Sixhaven.

Bici ad Amsterdam

Bici ad Amsterdam: consigli

Quando siamo ad Amsterdam in sella ad una bici deve essere chiaro che in questa città la bicicletta è uno stile di vita, un modo di pensare, e noi dobbiamo adattarci e cercare anzi di farlo nostro, chissà mai che anche nella nostra città al posto delle auto domineranno le biciclette! Meglio quindi rispettare qualche regola base per non infastidire gli abitanti: seguiamo le regole del traffico, compresi i semafori e i cartelli ad hoc per le biciclette, evitiamo di creare traffico nei periodi di entrata e uscita dal lavoro e, per la nostra incolumità, evitiamo la rotaie dei tram, pericolose se ci finiamo dentro con una ruota.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 17 gennaio 2018