Peloponneso: cosa vedere, spiagge e mare


Peloponneso

Peloponneso, molti lo ricordano per la Guerra che si studia sui libri di storia, fin dalle elementari, ma oggi possiamo andare a visitare questa terra godendone la pace, la serenità, il paesaggio e le interessanti mete anche dal punto di vista storico e culturale. Non è solo lo scenario di antiche guerre, il Peloponneso, e dopo averle studiate, possiamo programmare una vacanza per scoprire le meraviglie che questa terra offre.



Peloponneso: cosa vedere

Mare e cultura in Grecia sono di casa, in Peloponneso si possono alternare mete più da mare e altre più da gita artistico/storica. Nella Penisola del Mani, si potrà sembrare si essere in Scozia perché vi si trovano oltre 800 torri medievali in pietra che nessuno immaginerebbe in questa terra.

Raggiunta Mystra ci si trova invece in un museo a cielo aperto, viste le chiese affrescate dell’impero bizantino, a Monemvasia, roccaforte a picco sul mare, torniamo al Medioevo. Una meta imperdibile, in Peloponneso, che certo abbiamo sentito citare anche nei libri di storia, è il teatro di Epidauro: è un luogo magico e con un valore simbolico particolare assieme a Micene e ad Olympia.

Una delle città più belle della regione è certo Nafplio (o Nauplia), che è stata la prima capitale della Grecia moderna, nel suo centro troviamo la Fortezza di Palamiti, una volta ammirata la sua imponenza possiamo immergerci nel gomitolo di vicoli e di palazzi in stile veneziano, che confluiscono nella piazza Syntagmatos.

Peloponneso

Peloponneso: spiagge

Oltre ai resti storici e agli edifici dall’architettura preziosa, in Peloponneso ci sono anche molti “monumenti” naturali da visitare tra cui delle spiagge da sogno, naturali e con mare cristallino. Considerata un vero paradiso, l’isola di Elafonisos ha delle distese di sabbia candide e ancora non troppo affollate. Con il traghetto in un’ora possiamo anche raggiungere l’Isola di Zante, conosciuta per la “spiaggia del Relitto”.

Un’altra perla marina è la spiaggia di Voidokilia, all’estremo sud-ovest della regione. E’ isolata e quindi molto tranquilla e protetta dal turismo di massa.

Peloponneso

Peloponneso: mare

Il suo mare a volte rischia di passare in secondo piano di fronte alle numerose mete di tipo più artistico e culturale. Oltretutto quando di dice “vado in Grecia al mare” si pensa alle isole, alle piccole varie isole, oppure a Creta, non certo al Peloponneso e alle sue spiagge.

Eppure, sono più che meritevoli, reggono il confronto, soprattutto il mare è meraviglioso sull’Isola di Elafonisos e attorno alla Penisola del Mani che offre anche degli scorci suggestivi quando le montagne sono a picco sul mare.

Oltre ad alcune spiagge, scomode ma panoramiche, si sono anche punti panoramici su baie mozzafiato, porticcioli suggestivi e, nel mare, incantevoli grotte marine sotterranee.

Peloponneso: mappa

Peloponneso

Peloponneso: aeroporti

Il modo più comodo e forse più economico per raggiungerlo dall’Italia è l’aereo, per Atene, proseguendo in auto. Meglio infatti avere un mezzo che ci permetta di girare in modo indipendente la regione, per poterla esplorare decidendo dove e come conoscerle.

Atene e Peloponneso

La città di Atene merita un viaggio a sé, atterrando lì viene automatico pensare ad una combinazione vacanziera: Atene e Peloponneso. Se si hanno tempo e soldi, è la scelta migliore.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Ti potrebbe interessare:

Pubblicato da Marta Abbà il 4 giugno 2017