Viaggio in Grecia


La Grecia, città europea situata a cavallo tra il continente asiatico e quello africano, è tra le mete vacanziere più amate da milioni di turisti che qui si recano in ogni periodo dell’ anno. Tutte le città e le isole della Grecia sono ricche di storia, mito, arte le quali si fondono con la natura selvaggia e incontaminata in un mare unico al mondo.

Con 13,676 km di fascia costiera, si può trovare la spiaggia dei propri sogni: lunghe spiagge di sabbia bianca con acque turchesi e cristalline. Ci sono circa 1400 isole in Grecia, la maggior parte delle quali distribuite nel mar Egeo tra le coste greche e turche, ma solo 169 sono abitate. Ecco alcune informazioni utili per chi si reca in viaggio in Grecia.



Viaggio in Grecia. Come arrivare dall’Italia
Raggiungere la Grecia
dall’Italia è semplicissimo in quanto sia in aereo che in nave ci sono collegamenti  ben strutturati con tutte le zone del paese, inoltre gli arrivi e le partenze sono continui.

In aereo. La rete aerea della Grecia è ben collegata con tutte le città italiane. L’aeroporto principale  è quello di Atene: ATH Eleftherios Venizelos, segue in ordine di importanza  Salonicco.  La Grecia dispone di 35 aeroporti, la maggior parte dei quali situati sulle isole greche: Astipalea, Chania, Chios, Corfù, Heraklion, Ikaria, Kalymnos, Karpathos, Kassos, Cefalonia, Kos, Citera, Leros, Limnos, Mykonos, Mitilene, Naxos, Patros, Rodi, Samos, Santorini Skiathos, Sitia.

In traghetto. Dall’Italia alla Grecia partono numerosi traghetti ogni giorno
I traghetti partono da città italiane quali Venezia, Trieste, Ancona, Bari e Brindisi ed arrivano a Patrasso, Igoumenitsa e Corfù.

Viaggio in Grecia. Passaporti e Visti
La Grecia fa parte dell’Unione Europea e del trattato di Shengen. Tutti i cittadini dell’UE possono entrare in Grecia, con o senza passaporto, ma devono essere in possesso della carta d’identità europea. Per i cittadini non comunitari è necessario il passaporto. I cittadini dell’UE possono restare nel Paese senza un limite di tempo. Altre forme di riconoscimento possono essere patente di guida, tesserino da insegnante o studente.

Viaggio in Grecia. Visitare le isole
Viaggiare in Grecia
significa effettuare numerosi spostamenti da un’isola all’altra, mediante i numerosi traghetti in servizio nell’Adriatico e nell’Egeo. Il servizio è più frequente nei mesi che vanno da maggio a ottobre, quando ci sono più turisti. Tra le agenzie che si occupano di trasporti marittimi ci sono:

  • Dodekanisos Seaways, che gestisce due catamarani che collegano Rodi e Paros.
  • Seguono NEL Lines con traghetti ad alta velocità che collegano il Pireo con Syra, Tinos, Mykonos, Paros, Nasso, Lavrio, Kythnos e Amorgos.
  • Blue Star Ferries con collegamenti per molte località nelle Cicladi e nell’arcipelago del Dodecaneso.
  • Aegean Flying Dolphins, con base a Samo, che collega quest’isola con Coo.

In alternativa è possibile usufruire della rete di voli interni: la Olympic Airways gestisce voli tra le principali città e isole della Grecia, con tariffe circa tre volte superiori a quelle dei traghetti.  Giunti sul luogo è possibile usufruire dei trasporti pubblici per gli spostamenti. Gli autobus la fanno da padroni e raggiungono anche le località più remote. Tutti gli autobus a lunga percorrenza, sulla penisola e sulle isole, sono gestiti da una cooperativa regionale chiamata KTEL.

Viaggio in Grecia. Il periodo ideale
I periodi migliori per visitare la Grecia sono l’autunno e la primavera. Le condizioni climatiche sono perfette tra Pasqua e metà giugno, quando il tempo è piacevolmente tiepido in quasi tutte le località. In questo periodo le spiagge e i siti archeologici sono relativamente poco frequentati. I trasporti pubblici lavorano quasi a pieno regime e le sistemazioni alberghiere sono più economiche e facili da trovare rispetto all’alta stagione che va da fine giugno alla fine di agosto. In alternativa è consigliabile raggiungere la Grecia negli ultimi giorni di agosto a novembre, quando la stagione turistica volge al termine.

Questa meta è tra le più consigliate anche per le

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 4 dicembre 2012