Prodotti tipici di Lodi


Prodotti tipici di Lodi

Sorseggiando il noto vino San Colombano, ci sono numerosi prodotti tipici di Lodi da gustare. Formaggi, di ogni genere e forma, ma anche altre ricette, dolce compreso. Non scordiamoci di dare una occhiata a come è apparecchiata la tavola, nel lodigiano, perché spesso ci si trova a gustare nelle delizie servite in pregiate ceramiche e maioliche, prodotti tipici di Lodi del settore artigianale che possiamo anche acquistare in città assieme ai sapori del luogo.



Prodotti tipici di Lodi: salumi

L’allevamento è ampiamente praticato in questa area e i salumi che si ricavano dai suini che crescono qui hanno un sapore inimitabile. Si trovano salami, cotechini, prosciutti tutti tipici, fatti dagli abili norcini lodigiani. Se si amano i salumi c’è l’imbarazzo della scelta e in un antipasto misto si può trovare grande ricchezza e varietà di gusti.

Prodotti tipici di Lodi: raspadüra

Si tratta di un formaggio che viene servito in “sfoglie”, il nome è prettamente dialettale e richiama l’idea della raschiatura, sarebbe questo il suo significato. La raspadüra può essere il sapore protagonista oppure accompagnarne altri con piccole scaglie.

E’ una sorta di grana giovane, il Granone lodigiano stagionato tra i 5 e gli 8 mesi, se ne servono delle scaglie e serve un coltello apposta per farle nel modo corretto che permette a chi le assaggia di godere appieno del sapore particolare di questo prodotto tipico.  E’ un formaggio dalle origini antiche e si consiglia di gustarlo con un calice di bianco, sempre della zona.

Prodotti tipici di Lodi: pannerone

Restando nel settore dei formaggi, tra i prodotti tipici di Lodi troviamo anche il pannerone, a pasta cruda e a breve maturazione, non sottoposto a salatura. Questo formaggio si rivela perfetto per i risotti, ma lo troviamo a tavola anche affiancato dal miele o dalle pere cotte, come dessert, ed ci fa leccare i baffi.

Ha un sapore è dolce e aromatico, un fondo amaro, una consistenza particolare che spiega il perché si chiama pannerone, nome derivante dall’espressione lombarda “panera”, che vuol dire panna.

Prodotti tipici di Lodi: latte

Ci sono anche altri formaggi tipici di Lodi molto gustosi, ed è per questo che ci si comincia a chiedere se il valore non stia anche nel latte. Così è, in effetti, perché proprio il latte semplice e genuino, è uno dei prodotti tipici di Lodi da citare. Sul territorio ci sono oltre 50 mila vacche frisole in grado di produrre 400 mila tonnellate di latte di alta qualità. Con una materia prima così, si possono poi produrre altri alimenti di alta qualità come il mascarpone, tramite lavorazione e coagulazione della panna fresca già riscaldata a bagnomaria a 90° C con l’aggiunta di acido citrico o acetico.

Prodotti tipici di Lodi

Prodotti tipici di Lodi: la Tortionata

Siamo al dolce, e la torta tipica di Lodi è la Tortionata, un tripudio di burro, farina e mandorle, un po’ come accade anche in altri dolci tradizionali del lodigiano. La ricetta ha origini medioevali, è stata messa nero su bianco nel 1885 dal pasticcere lodigiano Alessandro Tacchinardi. Non fa una grande scena questa torta, appare secca e bassa, ma se la si spezza con le mani e la si assaggia, con un tocco di zucchero a velo, accompagnata da un sorso di malvasia, o di passito, si capisce perché è un dolce tipico da secoli e secoli.

Prodotti tipici di Lodi: maioliche

Due parole, anche se non sono da mangiare, sulle maioliche di Lodi per ricordare come in questa città la lavorazione della ceramica sia una tradizione dall’età romana, oggi i manufatti sono noti in tutto il mondo e spesso accompagnano i cibi a tavola, che siano prodotti tipici di Lodi o meno. Se non siamo a Lodi solo per mangiare, possiamo anche spingerci verso Lodi Vecchio e la Basilica dei 12 Apostoli

Prodotti tipici di Lodi

Prodotti tipici di Lodi e ricette tipiche

Seduti a tavola, nel menù possiamo trovare una infinità di piatti tipici da non perdere anche se si visita Lodi in un giorno. Vediamone alcuni, tra gli antipasti il Pes en carpiòn, a base di piccoli pesci d’acqua dolce fritti e successivamente macerati in acqua e aceto, oppure le Fritadine guarnite con raspadüra, burro e Granone Lodigiano. Come primi piatto, molto riso, nel Rišòt rugnùš, con salsa di pomodoro e salamella tritata, mantecato con burro e formaggio, e nel Rišòt cun verše e fasöi, mantecato con burro e formaggio, insaporito con verza e fagioli borlotti.

Tra i secondi tipici troviamo i Pulpéte ligàde, involtini di lonza di maiale ripieni di formaggio grana e pane grattugiati, e le Rane en ümid, arrostite ed accompagnate da un intingolo a base di pomodoro, aglio e prezzemolo. Oltre alla Tortionata, come dolce lodigiano ci sono i Meìn, un classico del mese di novembre a base di burro e farina, da gustare sbriciolati nel latte o nella panna.

Se amiamo questo tipo di sapori, possiamo assaggiare anche i prodotti tipici di Cremona usciamo dalla Lombardia per conoscere i prodotti tipici dell’Emilia Romagna. Ne vale la pena!

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

 

Pubblicato da Marta Abbà il 16 aprile 2018