Viaggiare in auto in gravidanza


viaggiare in auto in gravidanza

Viaggiare in auto in gravidanza: consigli su come viaggiare in sicurezza, buone norme di comportamento e valutazione dei rischi in base al mese.

Viaggiare in auto in gravidanza non è rischioso ma è bene considerare solo tragitti brevi o meglio, non troppo lunghi! In fondo 8 – 10 ore di viaggio in auto sono pesanti per tutti, le donne in gravidanza non dovrebbero viaggiare in auto per tragitti superiori alle 5-6 ore al giorno. Se state progettando un viaggio più lungo, è bene considerare una tappa intermedia aggiungendo una visita in più lungo l’itinerario di andata e di ritorno.

Quando viaggiare in gravidanza

La gravidanza non rappresenta una controindicazione per il viaggio in auto ne’ per le vacanze in generale. Nell’articolo vacanze in gravidanza vi abbiamo già dato qualche consiglio preliminare, in questo paragrafo vi indicheremo quando si verificano le condizioni di più alto rischio.

Come premesso, è possibile viaggiare in gravidanza, i periodi in cui si ha un incremento del rischio sembrerebbero essere tra la 12esima e la 15esima settimana per il rischio di aborto e dopo la 30esima settimana per gli stati di eclampsia (è per questo che, in vista dell’ottavo mese, è sconsigliato viaggiare oppure discutere del viaggio con il proprio medico curante, ginecologo o ostetrico al fine di valutare al meglio le possibilità di viaggio e gli eventuali rischi).

Per chi intende associare il viaggio in auto a un volo aereo, bisogna ricordare che alcune compagnie aeree non accettano donne in gravidanza oltre la 35esima settimana di gestazione. Per i viaggi lunghi, le compagnie aeree si riservano di non far volare donne gravide dopo la 28esima e 30esima settimana.

Per viaggiare in auto in sicurezza, si consiglia di fare soste ogni ore così da sgranchirsi le gambe e camminare per circa 10 – 15 minuti. Ricordatevi di assumere la giusta quantità di liquidi.

Viaggiare in auto in gravidanza, la cintura di sicurezza

Viaggiare in auto in gravidanza non vi esime dall’obbligo di indossare la cintura di sicurezza, alcune donne temono che la cintura di sicurezza possa danneggiare il bambino in caso di brusche frenate, tuttavia la realtà è ben diversa.

Se l’auto dovesse frenare bruscamente, a proteggere il feto sarà i liquido amniotico, i muscoli e le ossa del grembo materno. In caso di incidente bisognerà consultare immediatamente il proprio ginecologo o un pronto soccorso ostetrico. Se l’automobile dispone di Air Bag, in realtà, per il feto è ancora più sicuro che la mamma indossi la cintura di sicurezza perché senza il trauma addominale potrebbe essere maggiore.

Le donne in gravidanza possono seguire alcuni accorgimenti nell’indossare la cintura di sicurezza: la cintura orizzontale, quella in basso, va posizionata all’altezza della zona pubica, e non sull’addome (quindi va messa giù al pancione); la cintura trasversale dovrà essere posizionata tra i due seni e intorno alla spalla. Spesso la cintura trasversale dà fastidio al collo e può essere intollerabile nel periodo di gravidanza, per evitare questo fastidio basterà regolare al meglio la profondità del sedile.

Se vi sono piaciuti i miei consigli per viaggiare in auto durante la gravidanza, potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbe interessare Discovery Sport: DNA avventura

Pubblicato da Anna De Simone il 6 ottobre 2015