Diarrea del viaggiatore, tutti i rimedi


Diarrea del viaggiatore

Diarrea del viaggiatore: cause, rimedi, prevenzione, cosa mangiare e tutte le informazioni utili prima di partire verso una località ad alto rischio.

La diarrea del viaggiatore colpisce circa il 40 per cento dei turisti che si recano in zone tropicali. Quali viaggiatori sono a rischio? Soprattutto chi si reca in Africa, Asia, America Latina e Centrale e in Medio Oriente. Sono a rischio anche i viaggiatori che si recano in Europa meridionale.

 

Diarrea del viaggiatore: prevenzione e terapia

Trattandosi di un evento con un rischio minimo, attualmente non è presente alcuna terapia ne una prevenzione basata su vaccino. Il principale provvedimento di prevenzione per ridurre al minimo i rischi di contrarre la diarrea del viaggiatore è seguire scrupolosamente un attenta igiene alimentare e purificazione dell’acqua.

La prevenzione farmacologica è indicata solo in alcune circostanze da valutare attentamente con il proprio medico.

Le cause della diarrea del viaggiatore non sono solo alimentari. Certo, contaminazione da batteri, virus e parassiti sono in prima linea ma talvolta la diarrea del viaggiatore è causata dallo stress del viaggio, dai cambi di alimentazione, dal clima o dall’altitudine.

Diarrea del viaggiatore, cosa mangiare

Per evitare la diarrea del viaggiatore l’unica forma di prevenzione sta nell’igiene alimentare e nell’evitare i cibi più a rischio. In sostanza, piuttosto che dirvi cosa mangiare vi indicheremo cosa evitare:

  • Non aggiungete mai ghiaccio alle bevande.
  • Bevete soltanto acqua e bevande imbottigliate e sigillate.
  • Non consumate frutta e verdura cruda. In caso di frutta, manipolandola, alcune sostanze potrebbero passare sulle mani e poi all’interno del frutto stesso. Dopo averla sbucciata è opportuno lavare la frutta con acqua in bottiglia.
  • In assenza di acqua potabile, bere solo previa bollitura.
  • Consumare alimenti ben cotti e ancora caldi. Evitate di ingerire cibi poco cotti, frutti di mare o pesce crudo. Mai ordinare una bistecca al sangue!
  • Non bere latte ne’ mangiare prodotti lattiero-caseari non pastorizzati.
  • Non comprare alimenti da venditori ambulanti.

Diarrea del viaggiatore: rimedi

Abbiamo detto che l’unica prevenzione consiste nel seguire alla lettera le norme igienico-sanitarie soprattutto in tema alimentare. In questo paragrafo ci soffermeremo su quali rimedi adottare in caso di diarrea del viaggiatore.

In caso di diarrea del viaggiatore lieve

Per diarrea del viaggiatore di lieve entità si intendono non più di due scariche nelle 24 ore e buone condizioni generali, senza stati febbrili ne’ muco o sangue nelle feci. I rimedi consigliati in questo caso sono quelli generali: assumere acqua arricchita con sali di reidratazione orali, seguire una dieta leggera. Per precauzione, mantenersi vicini ai centri più sviluppati per raggiungere, in breve tempo, un servizio di assistenza sanitaria.

In caso di diarrea del viaggiatore moderata

Già siamo in un campo in cui il viaggiatore non può seguire la sua tabella di marcia perché invalidato dalla diarrea. Oltre a seguire i rimedi proposti in precedenza si raccomanda l’assunzione di farmaci sintomatici come loperamide (non tutti gli esperti di settore concordano con questa indicazione) e antibiotici come ciprofloxacina 500 mg da assumere due volte al giorno per 3 giorni per gli adulti. La cura, in alternativa, si fa con 500 mg di rifaximina due volte al giorno per 5 – 7 giorni.

Non è rara la diarrea del viaggiatore nei bambini. In questo caso può essere prescritta l’azitromicina. In ogni circostanza, è sempre necessario consultare il proprio medico di fiducia prima della partenza. Non sempre sono consigliati farmaci sintomatici come l’Imodium.

In caso di diarrea del viaggiatore di grave entità

Si parla di evacuazioni 2-3 volte ogni ora con presenza di sintomi quali

  • tachicardia
  • alterazione dello stato mentale (confusione)
  • febbre
  • dolori addominali – crampi
  • sangue o muco nelle feci

In queste condizione è importante allertare l’agenzia di viaggio e richiedere, se è possibile assistenza medica. La reidratazione orale va fatta in piccole dosi e spesso. Anche in questo caso gli antibiotici sono gli stessi già visti in precedenza.

Diarrea del viaggiatore e Africa 

Prima di un viaggio in Africa, leggete le indicazioni nell’articolo: Vaccinazioni per viaggiare in Africanon solo diarrea del viaggiatore ma anche profilassi e buone norme per evitare un gran numero di malattie.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 ottobre 2015