Vivere in Francia


Grazie alle normative dell’Unione Europea ora è più semplice trasferirsi e andare a vivere in un paese della zona Ue, Se state valutando di andare a vivere in Francia dovraete documentarvi, onde evitare di avere brutte sorprese. Ecco alcune indicazioni importanti per andare a vivere in Francia senza incontrare troppe difficoltà iniziali.

Vivere in Francia, documenti
Per trasferirsi in Francia sono accettati Passaporti e le Carte d’identità italiane: sono accettati da tutti gli uffici e istituzioni, basta che siano in corso di validità.
I titolari di una Patente di guida rilasciata in Italia possono acquistare, noleggiare e guidare una macchina in Francia, rispettando le regole del codice della strada.
In caso di smarrimento o furto della patente di guida bisognerà rivolgersi alla prefettura dipartimentale che, dopo alcuni accertamenti, provvederà a sostituirla con una patente di guida francese.

Vivere in Francia, la lingua
Prima di decidere di andare a vivere in Francia è consigliabile frequentare preventivamente qualche corso di francese, anche se siete in possesso di laurea o specializzazione specifica anche nel settore tecnico come medici, architetti, ingegneri: molte persone laureate che sono partite senza conoscere la lingua si sono ritrovate a lavorare come lavapiatti!
C’è un esame per la conoscenza della lingua francese che viene riconosciuto dalle istituzioni europee, il Delf. Si tratta di un titolo che si espleta su sei livelli: A1 – A2 per il livello base, B1 per il livello medio basso, B2 per il livello medio alto (con questo livello si può partecipare a un concorso in una banca francese senza affrontare prima un test di livello), C1 – C2 per il livello madrelingua.

Vivere in Francia, il lavoro
Non partite con la convinzione di trovare immediatamente lavoro in Francia se non avete almeno qualche aggancio. A tal proposito vi consiglio di documentarvi sul portale web Eures, un portale europeo specializzato nella mobilirazione professionale. Una volta fatto l’accesso al sito bisognerà compilare gli appositi campi e mettere il proprio curriculum online a disposizione di eventuali datori di lavoro, ma nello stesso tempo sarà possibile trovare lavoro in base al proprio settore di competenza.
Altro sito da contattare è quello francese Pole emploi

In ogni caso è preferibile consultare il sito del consolato o dell’ambasciata italiana in Francia per documentarsi ed essere informati sulle varie opportunità economiche da poter sfruttare.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 30 maggio 2013