Capri, visita alla Grotta Azzurra


In questo articolo abbiamo già visto come visitare la Grotta Azzurra di Capri con tour privati. Il problema della visita guidata alla Grotta Azzurra sono le tempistiche: la sosta in barca sotto la Grotta Azzurra dura veramente poco!

E’ per questo che oggi valuteremo altre possibilità: noleggiare canoa o kayak per poter raggiungere la Grotta Azzurra di Capri in totale autonomia. Noleggiare una barca a Capri è molto costoso, per questo consigliamo di prendere un kayak in loco e, dato le dimensioni esigue dell’isola… i più esperti potrebbero pensare di circumnavigare le coste di Capri. L’ingresso alla Grotta Azzurra è consigliato solo se le condizioni meteo lo permettono e soprattutto, forza mare permettendo.

Prima di visitare la Grotta Azzurra in Kayak bisognerà fare un po’ di pratica. In primis per tenere testa alle onde che, in prossimità della Grotta si fanno sentire più intensamente e, in secondo luogo, perché la Grotta Azzurra è sempre zeppa di turisti, quindi dovrete essere abbastanza abili da districarvi tra un’imbarcazione e l’altra.

Raggiungere Capri è semplice, basta imbarcarsi dal Porto di Pozzuoli, dal Molo Beverello di Napoli, da Sorrento o Salerno… di opzioni ce ne sono molte. Il biglietto più economico è probabilmente quello del traghetto in partenza dal Porto di Napoli (Molo Beverello).

Una volta arrivati sull’isola non dovrete fare altro che noleggiare un kayak, una piccola imbarcazione o una canoa. Di punti noleggio ce ne sono moltissimi, soprattutto concentrati in corso Europa, chi desidera noleggiare una qualsiasi imbarcazione direttamente in spiaggia può raggiungere Marina Grande.

Cosa vedere a Capri?
Oltre la Grotta Azzurra vi sono altre chicche da visitare sull’Isola di Capri. Per godere a pieno dei panorami dell’Isola è possibile seguire uno dei percorsi trekking che portano fino alle coste più alte e frastagliate dell’Isola. Gli amanti della natura potranno indossare maschera e boccaglio per scrutare i fondali a largo dell’isola mentre i più pretenziosi non possono perdersi una cena in riva al mare dopo aver fatto shopping tra i negozi del centro.

Pubblicato da Anna De Simone il 19 dicembre 2013